Home La Tecnica consiglia Il rapporto delle famiglie italiane con la moneta elettronica

Il rapporto delle famiglie italiane con la moneta elettronica

CONDIVIDI

In concomitanza con la chiusura dell’anno scolastico e con il completamento della distribuzione nelle scuole secondarie di II grado della IoStudio-Postepay – la nuova Carta dello Studente, attivabile anche come carta prepagata ricaricabile per tutti i pagamenti – Miur, Poste Italiane e Visa hanno condotto un’indagine tra le famiglie italiane con figli teenager che hanno già ricevuto la Carta IoStudio-Postepay nel corso dell’ultimo anno, per esplorare il rapporto genitori-figli in merito alla gestione delle piccole spese di questi ultimi.

 

Dall’indagine, condotta su un campione rappresentativo di tutta la popolazione italiana* è risultato che circa il 50% dei genitori di ragazzi nella fascia d’età compresa tra i 13 e i 18 anni è in possesso di una carta prepagata ricaricabile, assieme ad altri strumenti bancari. Inoltre, il 40% dei genitori intervistati conosce la Carta IoStudio-Postepay, che sembra essere strumento privilegiato nell’ottica dell’educazione finanziaria.

Icotea

 

Infatti, a fronte di una percentuale di genitori italiani che ancora preferiscono dare ai figli soldi in contanti, motivando la loro scelta con la necessità di mantenere il controllo sulle spese effettuate tra i fattori positivi della Carta dello Studente IoStudio-Postepay evidenziati da molte famiglie contattate c’è proprio la maggiore possibilità di controllo delle spese. Se da un lato la carta lascia ai ragazzi la massima libertà di effettuare acquisti, sia nei negozi sia online, dall’altra, offrendo ai genitori la possibilità di visualizzare in maniera dettagliata il saldo delle spese e i movimenti effettuati con la carta, si rivela uno strumento ideale per gestire il primo approccio dei ragazzi alla moneta elettronica.

 

A supporto del lancio della nuova Carta dello Studente, attivabile anche come carta di pagamento prepagata ricaricabile, Poste Italiane e Miur hanno messo a disposizione degli studenti un’area web disponibile sul portale Postepay, attraverso la quale è possibile gestire servizi, anche tramite App Mobile, come la gestione delle ricariche, la visualizzazione del saldo e la consultazione della lista dei movimenti effettuati. Servizi che, oltre ad aiutare i ragazzi nel monitoraggio del budget, supportano i genitori più ansiosi garantendo la tracciabilità di ogni movimento.

 

Oggi, grazie a IoStudio-Postepay gli studenti possono contare su uno strumento che favorisce l’accesso a iniziative e servizi culturali, ottenendo, allo stesso tempo, agevolazioni presso un rete di circa 50.000 esercenti e potendo usufruire di particolari offerte dedicate da Partner come Trenitalia, Grimaldi Lines, EF, Kaplan, AICA, Associazione Librai Italiana, FAI e molti altri. Tutto questo insieme alla possibilità di effettuare pagamenti con la massima sicurezza e il massimo controllo delle transazioni, grazie alle infrastrutture e ai servizi tecnologici messi a disposizione da Poste Italiane e da Visa.

 

Per approfondire l’argomento consultate la pagina dedicata del Miur al link:

http://iostudio.pubblica.istruzione.it/web/guest/la-tua-prepagata

 

*L’indagine è stata effettuata tramite interviste on line svolte con metodologia CAWI sul Panel Lightspeed. Il fieldwork si è svolto nel Q4-2015