Home Archivio storico 1998-2013 Generico In mostra a Bologna i lavori di giovani artisti

In mostra a Bologna i lavori di giovani artisti

CONDIVIDI
  • Credion

Il concorso, che ha cadenza biennale, è curato ed organizzato dall’Ufficio spettacolo e giovani artisti del Settore Cultura del Comune di Bologna, per censire i migliori giovani talenti artistici di Bologna e provincia ed offrire opportunità importanti ai vincitori e ai segnalati. Il concorso abbraccia molte discipline artistiche suddivise in sei aree, ognuna curata da apposite commissioni di esperti, che mettono a disposizione gratuitamente la loro competenza.
Le aree del concorso sono: Arti visive (Arti plastiche, Fotografia, Fumetto, Illustrazione); Immagini in movimento (Cinema/Video); Arti applicate (Architettura, Design industriale, Grafica di comunicazione): questa area è a partecipazione geografica illimitata per i nati entro l’anno 1967; Narrazione (Narrativa, Poesia); Musica (Musiche contemporanee, Canzoni); Spettacolo (Teatro).

I selezionati, oltre a vedere le loro opere pubblicate in un catalogo collettivo, avranno l’opportunità di partecipare ad iniziative italiane ed estere, organizzate dall’Ufficio spettacolo e giovani artisti del Settore Cultura del Comune di Bologna, in collaborazione con Enti e Associazioni nazionali ed internazionali come la prestigiosa Biennale dei giovani artisti dell’Europa e del Mediterraneo, che avrà per tema "Il cosmo" e che si terrà dal 5 al 16 giugno 2003 ad Atene.
Proprio nel quadro della Biennale che si svolgerà ad Atene, uno dei temi assegnati ai partecipanti al concorso curato dall’Ufficio spettacolo e giovani artisti del Settore Cultura del Comune di Bologna è stato: "Segnali nel cosmo, un secolo di comunicazione via etere", scelto in occasione delle celebrazioni del centenario della prima trasmissione radiofonica transoceanica realizzata da Guglielmo Marconi.

Anche per questa sesta edizione, sono stati assegnati tra le sezioni di "Arti visive", i cinque "Premi Guercino" di 1.000 euro ciascuno, messi a disposizione da Marisa Barbieri Zucchini Solimei, discendente di Giovanni Francesco Barbieri detto il Guercino.

Il Festival si svolge al Terzopiano, all’interno dello storico Palazzo Re Enzo, a Bologna: sino a martedì 25 marzo si susseguiranno gli appuntamenti di Iceberg e la mostra delle opere dei vincitori delle aree "Arti visive", "Arti applicate" ed "Immagini in movimento" rimarrà aperta, con ingresso gratuito, fino al 13 aprile.

Per maggiori informazioni sull’iniziativa telefonare allo 051/204664 oppure consultare il sito internet www.comune.bologna.it/iperbole/iceberg.