Home Precari In Veneto è allarme cattedre vuote: non ci sono docenti sufficienti nel...

In Veneto è allarme cattedre vuote: non ci sono docenti sufficienti nel sostegno e primaria. La voragine nel personale Ata

CONDIVIDI

L’anno scolastico si apre con l’allarme cattedre vuote in Veneto. Infatti, come riporta il quotidiano locale “Il Gazzettino”, mancano migliaia di cattedre.

Colpite soprattutto le primare e le attività di sostegno, ma si fatica a trovare anche i docenti di matematica e di lettere. Di chi è la colpa? Per i sindacati non è solo del governo, ma anche dell’università che, a causa del numero chiuso, prepara un numero insufficiente di docenti.

 

ICOTEA_19_dentro articolo

Scuola 1

 

La coperta, dunque, è corta. Anche lavorando a ritmo serrato non c’è personale docente sufficiente per coprire il fabbisogno. Tutto questo malgrado il concorso docenti del 2016.

Secondo la Cisl Scuola, pertanto, il problema è da ricercare negli atenei che attivano solo 300 posti per il sostegno, stessi numeri anche per Scienze della Formazione. E non è finita qui: contingenti sempre insufficenti nel Personale Ata con concorsi per i direttori amministrativi che non si fanno da 20 anni.

 

 {loadposition carta-docente}