Home Archivio storico 1998-2013 Generico Informatica per insegnanti, giovani, anziani

Informatica per insegnanti, giovani, anziani

CONDIVIDI
  • Credion

Nel mese di ottobre verrà attivato il corso di "tutoring multimediale per gli insegnanti", presentato dal Consorzio Gioventù Digitale (organizzazione no profit fondata dal Comune di Roma e da sei aziende di informatica e telecomunicazione) in collaborazione con l’Università di Tor Vergata (Scuola IAD) e l’Università di Edimburgo.
Questo corso, che per il primo gruppo di 25 docenti sarà gratuito, intende garantire ad ogni scuola un collaboratore esperto nell’uso didattico degli strumenti tecnologici con funzioni di consulenza e supporto per gli altri insegnanti.

Il Consorzio Gioventù Digitale, il cui presidente è Tullio De Mauro, ha inoltre stipulato un accordo con l’Assessorato alle Politiche del Lavoro del Comune di Roma e con la Unionfidi Lazio, che prevede finanziamenti a tasso zero per 150 giovani in cerca di occupazione o a rischio di emarginazione che seguiranno corsi di formazione organizzati dal Consorzio: il progetto, della "Carta di credito formativa" mette a disposizione un importo massimo di 3500 euro, utilizzabili per la frequenza ai corsi e per l’acquisto di tecnologie informatiche idonee alla fruizione di corsi di formazione in aula e "on line" sulle tecnologie ICT.

Tra i vari progetti presentati durante il recente convegno "La scuola e le tecnologie informatiche", il primo ad essere avviato, ad ottobre, sarà "Nonni su internet", che riguarda il piano di alfabetizzazione informatica degli anziani, nell’ambito dell’intesa raggiunta dal sindaco di Roma Walter Veltroni con il Ministero per l’innovazione e le tecnologie. Il progetto prevede che i formatori dei "nonni" siano gli studenti di una scuola del quartiere di Roma in cui rientrano i "centri anziani" coinvolti (Testaccio, Corviale e Ostia). Guidati da un proprio insegnante, saranno alcuni alunni del licei "Virgilio" e "Torricelli" e dell’istituto tecnico commerciale "Toscanelli" ad operare in qualità di formatori.