Home Attualità Inizio scuola, dai banchi alla gestione dei docenti in quarantena. I presidi:...

Inizio scuola, dai banchi alla gestione dei docenti in quarantena. I presidi: “Così non si va avanti”

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Forse il peggio è alle spalle ma ancora, dopo le prime settimane di scuola, i problemi restano tanto che i dirigenti scolastici chiedono l’avvio di un tavolo permanente al Ministero, in modo da comprendere i problemi e trovarne la soluzione.

Infatti il presidente dell’Anp Antonello Giannelli ha scritto il 30 settembre una lettera indirizzata alla Ministra Azzolina proprio per spiegare come sia divenuto necessario un tavolo permanente sulla gestione “delle misure necessarie a garantire la prosecuzione delle attività didattiche in sicurezza”.

Casi sintomatici: prassi difformi delle Asl

I problemi maggiori? “Prassi difformi, attuate dai dipartimenti di prevenzione delle ASL, riguardo ai casi sintomatici“, dice Giannelli, puntando quindi il dito sulle differenze di intervento che le aziende sanitarie stanno offrendo in questo avvio di anno scolastico.

ICOTEA_19_dentro articolo

Cosa fare con i docenti in quarantena

C’è poi la “gestione dei docenti posti in quarantena in riferimento alla didattica a distanza“. Su questo punto, abbiamo anche spiegato che manca una regolazione contrattuale che possa fornire un chiaro riferimento per i lavoratori e il dirigente scolastico.

Supplenze e Gps: finirà il caos?

Giannelli pone l’attenzione anche sulle GPS e la tempistica di conferimento degli incarichi di supplenza. In realtà la Ministra ha già risposto proprio il 30 settembre nel corso del Question time su questo tema: “le nomine saranno concluse entro pochi giorni. Anche quelle dell’organico covid“.

A proposito di organico Covid: il presidente Anp vuole vederci chiaro e chiede specifiche in merito al suo utilizzo e sua eventuale sostituzione;

Infine, Antonello Giannelli chiede alla Ministra la reale “tempistica della consegna dei banchi monoposto e delle sedute innovative“.

In realtà sappiamo che della distribuzione dei banchi e arredi scolastici, come delle mascherine e del gel igienizzante, si occupa il commissario straordinario Domenico Arcuri.

Fatto sta che ancora tantissime scuole svolgono orari ridotti soprattutto per questo motivo, perchè senza i banchi monoposto ordinati non è possibile rispettare il metro di distanza all’interno delle aule.

Tavolo permanente per proseguire

Ecco perchè, scrive Giannelli, “chiedo pertanto che, in applicazione del Protocollo d’Intesa per garantire l’avvio dell’anno scolastico nel rispetto delle regole di sicurezza per il contenimento della diffusione di covid 19 del 6 agosto 2020, sia convocato con urgenza il Tavolo nazionale permanente presso il quale è previsto che siano “riportate, con cadenza periodica, le questioni di maggiore interesse e le criticità pervenute al Ministero tramite il servizio di help desk o tramite richieste dei Direttori generali o dei dirigenti preposti agli Uffici Scolastici Regionali o direttamente dalle Organizzazioni sindacali”.

La lettera dell’Anp

Preparazione concorso ordinario inglese