Home Generale Investito durante il sit-in. Condoglianze della ministra

Investito durante il sit-in. Condoglianze della ministra

CONDIVIDI
  • Credion

Stamattina una vettura ha investito due manifestanti, a Napoli, durante un sit-in di protesta davanti alla sede dell’Ufficio Scolastico regionale di via Ponte della Maddalena, con una trentina di ex lsu del comparto scuola. 

Il manifestante colto da infarto, durante le concitate fasi dell’investimento si chiamava Raffaele Vettorino, 62 anni, di Pozzuoli (Napoli).

Icotea

Stava prendendo parte a un sit-in.

“Gli è venuto un infarto mentre stava rincorrendo l’auto pirata che poco prima aveva investito due persone, una delle quali suo conoscente”, ha riferito un testimone.

 

{loadposition deleghe-107}

 

L’uomo, colto da arresto cardiocircolatorio, è deceduto durante il trasporto nell’ospedale Loreto Mare. Secondo il testimone, sarebbe stato stroncato dall’infarto nei pressi della rampa di accesso al raccordo autostradale. “La macchina che ha travolto i due lavoratori – continua il testimone – era una Bmw, mi pare di colore grigio. Erano le 7,30, forse le 7,40. Non c’è stato alcun diverbio tra quell’uomo e i nostri compagni. Quando stavamo avviando il presidio quell’automobilista ha letteralmente travolto i due lavoratori che, a seguito dell’impatto, si sono ritrovati sul cofano della macchina”.

La ministra  dell’Istruzione, Valeria Fedeli in una nota esprime “profondo cordoglio e vicinanza alla famiglia” dell’uomo, un addetto alle pulizie scolastiche, deceduto dopo aver inseguito l’auto pirata che stamattina ha travolto il sit-in di manifestanti in presidio sotto l’Ufficio scolastico regionale della Campania.

Fedeli esprime anche “apprensione per le condizioni di salute dei due manifestanti rimasti feriti a seguito dell’incidente”.