Home Università e Afam Istituti musicali non statali, il Miur ripartisce 5 milioni di euro

Istituti musicali non statali, il Miur ripartisce 5 milioni di euro

CONDIVIDI

Il Miur ha comunicato, attraverso il proprio sito internet con il decreto n. 354, di aver deciso la ripartizione dello stanziamento di 5 milioni di euro, assegnati per il 2014 agli Istituti superiori di studi musicali non statali. Dalla ripartizione, l’Istituto di Catania risulta destinatario del finanziamento più cospicuo (483.858 euro), seguito da Taranto (335.672) e Caltanissetta (325.006).

Lo stanziamento era stato deciso nel settembre scorso “per rimediare alle gravi difficoltà finanziarie” di questi Istituti.

Icotea

L’amministrazione ha tenuto a precisare che metà del finanziamento, due milioni e mezzo di euro, è stata ripartita in parti uguali tra i venti istituti interessati, attribuendo pertanto a ciascuno una quota fissa di 125 mila euro; l’altra metà dei fondi è stata distribuita tenendo conto del “numero di studenti iscritti nei corsi pre-accademici e in quelli del vecchio e nuovo ordinamento, al fine di valorizzare gli istituti la cui offerta formativa si dimostra capace di suscitare maggiore interesse”.