Home Sicurezza ed edilizia scolastica L’adeguamento sismico delle scuole

L’adeguamento sismico delle scuole

CONDIVIDI

Per quanto riguarda l’adeguamento sismico delle scuole è compito delle Regioni predisporre l’elenco delle operazioni da finanziare, che potranno essere individuate anche nell’ambito della programmazione unica nazionale di interventi in materia di edilizia scolastica di cui al decreto del MIUR del 29 maggio 2015, n.322, purché  non siano stati finanziati con i mutui di cui all’art. 10 del decreto legge 12 settembre 2013 n° 104 (Mutui Bei).

Gli interventi che possono essere finanziati riguardano:

Icotea
  • l’adeguamento strutturale ed antisismico degli edifici scolastici pubblici, se risultano necessari da verifiche tecniche eseguite coerentemente alle norme;
  • l’adeguamento strutturale ed antisismico degli edifici scolastici pubblici che, anche se non sono state eseguite le verifiche tecniche, si trovano in una reale situazione di grave e attuale rischio sismico. Devono però essere disponibili studi o documenti che lo certificano;
  • la costruzione di nuovi edifici scolastici pubblici, nei casi in cui sia indispensabile sostituire quelli esistenti ad elevato rischio sismico per i costi eccessivi dell’adeguamento sismico in relazione al costo per la costruzione di un nuovo edificio.