Home La Tecnica consiglia L’educazione finanziaria dei ragazzi passa dalle carte prepagate

L’educazione finanziaria dei ragazzi passa dalle carte prepagate

CONDIVIDI

Recenti studi dimostrano come siano in forte crescita il commercio elettronico e gli acquisti con carta. Gli ultimi dati d’esercizio di Visa Europe eleggono l’Italia il ‘Paese delle carte prepagate’, un trend di crescita confermato anche dai più recenti risultati d’esercizio, che vedono nel 2015 il numero di prepagate Visa in Italia in crescita rispetto all’anno precedente di oltre 7 punti percentuali.

Miur assieme a BancoPosta ha realizzato un progetto educativo per i ragazzi delle scuole secondarie di II grado per favorire il loro approccio al denaro elettronico in maniera sicura, comoda e intelligente, con una prepagata pensata appositamente per loro.

Icotea

La nuova Carta dello Studente IoStudio-Postepay, lanciata proprio nell’ambito di questo progetto, si propone come primo strumento di pagamento elettronico pensato per lo studente: nuovamente in distribuzione in questo periodo, raggiungerà altri 1.500.000 studenti di tutta Italia entro la fine dell’anno scolastico.

La IoStudio-Postepay si offre inoltre come strumento a supporto dei genitori che accompagnano i propri figli nell’approccio all’utilizzo della moneta elettronica e alla gestione del proprio budget: per insegnare loro a tenere traccia degli acquisti effettuati grazie alla rendicontazione online e a risparmiare grazie alla rete di partner “IoStudio” di tutte le categorie merceologiche che offrono sconti ai titolari della Carta e grazie alla rete del programma di Sconti BancoPosta estesa anche ai possessori della IoStudio-Postepay che effettuano acquisti con la propria Carta..

La carta offre la massima flessibilità sia ai ragazzi, che possono utilizzarla in Italia e all’estero preso tutti i punti di accettazione Visa, sia ai genitori che possono tenere sotto controllo le spese dei figli.