Home Sicurezza ed edilizia scolastica La gestione dei rifiuti per limitare il rischio chimico a scuola

La gestione dei rifiuti per limitare il rischio chimico a scuola

CONDIVIDI

Il datore di lavoro (a scuola il Dirigente scolastico) è obbligato a tenere in debito conto il rischio chimico nell’effettuare la valutazione dei rischi e nell’adottare opportune misure protettive per migliorare le condizioni lavorative dei propri dipendenti. In questo ambito la gestione dei rifiuti e del loro smaltimento rappresenta una fase importante per il controllo del rischio chimico, volta sia alla tutela ambientale nel rispetto della normativa tecnica e di legge, che alla riduzione del rischio di esposizione degli operatori. Gli obiettivi principali della gestione dei rifiuti sono quattro:

– produrre la minore quantità possibile di rifiuti, specialmente se pericolosi

Icotea

– garantire corrette modalità di raccolta interna per ogni laboratorio/officina,

differenziando i contenitori in relazione alle differenti tipologie di rifiuti

– individuare nell’istituto le zone per il loro stoccaggio

– garantirne la frequente rimozione dall’ambiente di lavoro ed il conferimento

al deposito temporaneo da cui saranno avviati al periodico

smaltimento.