Home Università e Afam La ministra Giannini ‘delira’?

La ministra Giannini ‘delira’?

CONDIVIDI
  • Credion

La Rete della conoscenza, ha definito “deliranti” le dichiarazioni del ministro Stefania Giannini “che paragona i costi per frequentare un corso di laurea triennale con quelli di un’utilitaria”. Per Laterza, infatti, questi costi tra “tasse, alloggio, trasporti, libri sono ben più alti”.

La dichiarazione è stato fatta nel corso della conferenza stampa tenuta alla Camera per spiegare le ragioni della manifestazione nazionale indetta per oggi e che prenderà il via alle 9.30 dalla zona della Piramide, a Roma.

Icotea

 


LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

{loadposition bonus}

 

La manifestazione di oggi non reclamerà solo “diritto allo studio universale”, ma anche il cosiddetto “reddito di dignità”.

Proprio da sinistra arrivano altre accuse alle politiche universitarie del governo, definite “Del tutto inadeguate”, da Mimmo Pantaleo, segretario Flc-Cgil: “Da ciò che è stato messo in campo dalla 107, a ciò che si prevede per l’università, ai tagli previsti dalla legge di stabilità”. Per Pantaleo queste scelte sono orientate a “forme di liberismo spinto, e un’idea di privatizzazione dei saperi. Il governo Renzi ritiene che oggi un’istruzione di massa nei principi sanciti dalla costituzione non è più tenibile, è un lusso che il paese non si può permettere e non serve nemmeno all’economia e all’impresa”.