Home Archivio storico 1998-2013 Generico La parola immaginata

La parola immaginata

CONDIVIDI
  • Credion

La quinta edizione della rassegna La parola immaginata, inaugurata con un romanzo pubblicato da Einaudi, "54" di Wu Ming (il famoso collettivo letterario già autore di "Q" con il nome di Luther Blisset), e proseguita con la lettura scenica dell’ultimo romanzo di Lidia Ravera ("La festa è finita", edito da Mondadori), proporrà, il 24 ottobre "Nero Pakistan", romanzo d’esordio (già tradotto in dieci lingue e pubblicato in Italia da Piemme) del pakistano Mohsin Hamid. L’attore Alberto Rossatti sarà l’interprete in scena, mentre le musiche, che richiamano sonorità orientali, sono si Stefano Battaglia e le immagini proposte sono state realizzate da Sara Sartori.
La rassegna di letteratura, musica e immagine, curata dallo scrittore Stefano Tassinari e promossa dagli Assessorati alla cultura del Comune di San Lazzaro di Savena e della Provincia di Bologna nell’ambito delle manifestazioni di "Invito in Provincia", si concluderà il 31 ottobre con "E lui ammazza i poliziotti" (libro edito dal Saggiatore) dell’inglese Jake Arnott: nella Londra ripulita dal vizio in occasione dei campionati mondiali di calcio del 1966, il brutale assassinio di un poliziotto in una strada del West End fa piombare il Paese nell’ansia. L’attore Giuseppe Cederna è la voce narrante, le musiche sono di vari autori ed eseguite tra gli altri dal chitarrista Giorgio Cavalli, le immagine di una Londra anni ’60 sono della fotografa Patrizia Pulga.

L’ingresso a ciascuno degli spettacoli, che inizieranno alle ore 21.15, è fissato in 3 euro (prenotazione consigliata) e l’intero incasso sarà devoluto ad Emergency. Maggiori informazioni sulla rassegna, che si avvale della collaborazione della compagnia Teatro dell’Argine, si possono avere sul sito internet riportato in "Ulteriori approfondimenti" oppure telefonando allo 051/6271604.