Home Generale La pubblicità responsabile passa per la Scuola

La pubblicità responsabile passa per la Scuola

CONDIVIDI
webaccademia 2020

La XII edizione del Premio San Bernardino per la pubblicità socialmente responsabile è stata assegnata ad AMREF e Procter&Gamble. La sezione scolastica se lo è aggiudicata una studentessa romana, frequentante un istituto professionale di grafica della capitale.

La cerimonia di premiazione ha avuto luogo il 18 dicembre a Roma, nell’aula magna “Santa Caterina da Siena” della Libera Università Maria SS.ma Assunta, al termine di due sessioni di workshop sulla sostenibilità alimentare e il ruolo strategico che la comunicazione può rivestire nel diffondere comportamenti e consumi socialmente responsabili.

Per la capacità di comunicare con intelligenza il problema della scarsità dell’acqua attraverso un serissimo gioco (in)formativo basato sull’assenza-presenza del prezioso elemento e sull’immedesimazione con gli uomini e le donne d’Africa è stato premiato “Walk to drink”, lo spot di AMREF.

ICOTEA_19_dentro articolo

Il Premio Giovane Pubblicitario 2014 è stato assegnato a Cristina Messi, frequentante l’indirizzo grafico pubblicitario dell’Istituto professionale Confalonieri-De Chirico di Via Beata Maria De Mattias di Roma: la studentessa romana svolgerà uno stage presso l’agenzia pubblicitaria JWT Italy.

“Con molto piacere accogliamo il Premio San Bernardino (patrono dei pubblicitari, ndr), che da 11 anni accende i riflettori sulla comunicazione sociale”, ha detto Mario Raffaelli, presidente Amref Italia. “Siamo orgogliosi perché questo premio mette il sigillo su un modo di comunicare positivo e originale, riconosciuto anche dalle persone, che in poche settimane hanno fatto diventare ‘Walk to drink’ un video virale. La comunicazione è da sempre la prima forma di solidarietà per Amref, che dal 1957 porta salute in Africa e dal 2000 a oggi ha garantito accesso all’acqua pulita e sicura a più di 1 milione e mezzo di persone in Kenya, Uganda e Tanzania”.

 

{loadposition articologoogle}

 

P&G, che gareggiava nella sezione profit, è stato premiato per la sua carica di verità e la valorizzazione del rapporto tra madri, che accolgono e motivano, e figli che superano i limiti della propria disabilità. “L’iniziativa ‘Grazie di cuore, Mamma’ celebra le mamme degli atleti, ringraziandole per gli sforzi e i sacrifici che fanno per crescere dei talenti”, ha spiegato Renato Sciarrillo, responsabile Corporate Communications Italy di Procter & Gamble. “Quando P&G sostiene un atleta, vuole anche celebrare la mamma che lo ha cresciuto. E questo vale a maggior ragione per gli atleti dei Giochi Paraolimpici, il cui percorso di vita e il sostegno delle loro famiglie rappresentano l’ispirazione per il copy ‘Tough Love’ realizzato in occasione dei Giochi Paralimpici invernali di Sochi 2014”.

Il Premio San Bernardino, per la pubblicità socialmente responsabile, è ispirato da una profonda esperienza di fede che pone le sue radici in epoca medievale nell’incantevole località di Massa Marittima. Qui, l’8 settembre del 1380, nasceva Bernardino degli Albizzeschi, al secolo San Bernardino da Siena, personaggio cardine della cristianità per il suo spirito innovatore e per la sua capacità di portare alle genti la parola attraverso un eloquio semplice, incisivo, in grado di carpire l’attenzione e toccare il cuore anche delle persone più umili o distanti da Dio.

 

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola

Preparazione concorso ordinario inglese