Home Archivio storico 1998-2013 Generico La religiosità e l’amore nella poesia e nella canzone siciliane

La religiosità e l’amore nella poesia e nella canzone siciliane

CONDIVIDI
  • Credion
Sabato 6 dicembre 2008 alle 19, l’Orto Botanico di Catania, diretto dal prof. Pietro Pavone promuove il Progetto “Kosi rilijusi e puisî amurusi”.
L’iniziativa si propone di divulgare tematiche di natura linguistica, con specifico riferimento alla lingua siciliana, prevedendo l’illustrazione in siciliano del tema religioso – esposizione prof. Filippo Maria Provitina (docente di “Storia della Sicilia”, “Etnologia e glottologia siciliana”, “Storia Greca” c/o Istituto Superiore di Giornalismo Palermo e, in convenzione con questo docente di “Glottologia e Linguistica” per l’Università Kore di Enna) – e quello amoroso – esposizione prof. Salvatore Sgroi (docente di “Glottologia e linguistica”- Università Catania e Kore di Enna ).
Inoltre, volendo presentare la versione concertata – musicata e cantata – di alcune poesie siciliane sui temi menzionati, dal periodo medievale in poi, l’Aedo dell’Etna, Alfio Patti, si esibirà in una sequela di performance ad hoc.
La restauratrice Ivana Mancino, presente all’incontro, illustrerà il ciclo pittorico della vita di Santa Caterina d’Alessandria con le iscrizioni in siciliano, appartenenti alla Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria di Termini Imprese (PA).
La costruzione della chiesa risale alla prima metà del Quattrocento. Gli affreschi delle pareti della sala rappresentano un ciclo pittorico della vita della Santa attribuito ai pittori fratelli Giacomo e Nicolò Graffeo insieme a Nicolò Spalletta da Caccamo.
Infine, una breve illustrazione di Pucci Giuffrida – Azienda “Al-Cantàra” – dal titolo “ Un buon Vino è Poesia e per farlo ci vuole Arte” concluderà gli interventi prima di passare all’assaggio di vini denominati coi nomi delle poesie di Nino Martoglio, ogni assaggio verrà fatto declamando poesia con “O’ Scuru O’ Scuru, Luci Luci, U’ Toccu, ‘A Nutturna e Lu Disìu”.
Sarà, altresì, presente l’ Associazione Culturale Carretti d’Epoca di Costantino Michelangelo, che esporrà carretti della sapiente arte siciliana.
La manifestazione, che si inserisce nell’ambito della ricorrenza del 150° anniversario della fondazione dell’Orto Botanico di Catania, è partecipata dal “Circolo Enofili Etnei” e patrocinata dalla Provincia Regionale di Catania.