Home I lettori ci scrivono La roulette delle supplenze… altro che logica della buona scuola!

La roulette delle supplenze… altro che logica della buona scuola!

CONDIVIDI
  • Credion

Alla convocazione della A039 disposta dall’USP Bari, nonostante la presenza di  una cattedra e 3 spezzoni, era presente soltanto una docente che ha optato per  uno spezzone, tutti gli altri convocati erano assenti o se presenti non hanno  risposto all’appello.

Mi chiedo:

Icotea

questi stessi docenti che non hanno accettato le disponibilità da USP possono  scegliere, a seguito di ripensamento, le stesse disponibilità disposte dai  Dirigenti scolastici per scorrimento delle Graduatorie d’Istituto?

Certo che è paradossale che in talune classi di concorso (vedi A039) nelle GaE  ci siano docenti che presenti anche in altre classi (vedi A017, A019, etc.) non  sono interessati alla disciplina. Le ore di insegnamento in tal caso vengono  affidate ai fortunati che nella scelta delle 20 scuole delle Graduatorie  d’Istituto hanno azzeccato quelle in cui ci sono disponibilità, magari non  abilitati, quando invece gli abilitati TFA e PAS di seconda fascia restano a  mani vuote.

Credo che questo meccanismo sia consono al gioco d’azzardo piuttosto che alla  logica della “buona scuola”!!!