Home Sicurezza ed edilizia scolastica La scuola chiude per “amianto”, ma la richiesta era del 2000

La scuola chiude per “amianto”, ma la richiesta era del 2000

CONDIVIDI
  • GUERINI

L’Asl di Napoli, su segnalazione della III Municipalità, ha chiuso in via precauzionale, per possibile dispersione di amianto, la scuola “Cavour”. Un sopralluogo effettuato con gli studenti in classe ha dato l’avvio alla richiesta di trasferimento dei 450 ragazzi, in attesa dei risultati delle analisi sui livelli di dispersione che saranno effettuate a breve. I genitori però non ci stanno e chiedono spiegazioni sui rischi per la salute dei loro bambini, considerato che la presenza di amianto bianco nel linoleum, che ricopre i pavimenti, è stata accertata da uno studio della facoltà di ingegneria della Federico II nel 2000, quando tutte le scuole comunali di Napoli furono sottoposte a controlli del minerale pericoloso. Dopo 14 anni si scopre pure che erano state segnalate altre 7 scuole con la stessa problematica. Saranno comunque le indagini a stabilire se l’amianto trovato nella Cavour è al di sotto della soglia del pericolo.