Home Generale La scuola si apre al volontariato

La scuola si apre al volontariato

CONDIVIDI

Promuovere il volontariato all’interno dei percorsi scolastici, così come vorrebbero i ministeri dell’Istruzione e del Lavoro, in collaborazione con il dipartimento della Gioventù e del servizio civile nazionale.

Infatti sono stati messi a disposizione 470mila euro per promuovere il volontariato nelle scuole. Le amministrazioni si sono ripartite i costi nella misura di 270mila euro a carico della direzione generale per il Terzo settore del ministero del Lavoro, 100mila a carico del dipartimento della Gioventù e servizio civile della presidenza del Consiglio e altrettanti a carico del ministero dell’Istruzione.

Icotea

 

LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

{loadposition bonus}

 

Il bando di partecipazione è stato già inviato agli uffici scolastici regionali e i progetti potranno essere presentati entro il prossimo 24 maggio compilando un modello sul portale ministeriale www.bandidgstudente.it.

I progetti dovranno essere presentati dagli istituti scolastici – anche in rete – in partenariato con le organizzazioni di volontariato e di Terzo settore, oppure con i Centri di servizio per il volontariato (Csv), il che rafforza le caratteristiche di “arricchimento” di esperienze diverse nell’ambito educativo.

Gli obiettivi vanno dalla promozione della cultura del volontariato a quella della legalità, dalla prevenzione delle dipendenze, con la ludopatia, il gioco d’azzardo e il cyberbullismo.

Ma c’è anche la tutela e valorizzazione dei beni comuni, le pari opportunità il contrasto dei fenomeni di esclusione sociale.