Home Archivio storico 1998-2013 Generico “Le navi di Pisa e l’Europa”

“Le navi di Pisa e l’Europa”

CONDIVIDI
  • Credion

Al seminario, promosso dal Ministero per i beni e le attività culturali, Direzione generale per i beni archeologici Soprintendenza Regione Toscana, Scuola Normale Superiore, Regione Toscana, Provincia e Comune di Pisa, prenderanno parte numerosi rappresentanti del mondo accademico e scientifico dei quindici Paesi comunitari e di altri dieci Stati che a breve entreranno, a loro volta, a far parte dell’Unione Europea.
Durante la giornata di studi si parlerà del modello di gestione e del problema del restauro dell’ingente serie di relitti rinvenuti, nonché dell’allestimento museale, previsto nella sede degli Arsenali costruiti a Pisa da Cosimo I alla metà del XVI secolo.
Inoltre, in occasione del seminario, che proporrà anche un allestimento di materiale documentario, verranno presentati il progetto del sito web, in corso di elaborazione da parte della Scuola Normale Superiore di Pisa, il progetto del Master internazionale relativo allo studio dei problemi di conservazione delle carpenterie lignee dei relitti, che vedrà impegnate numerose istituzioni universitarie italiane ed europee, nonché un volume che fa riferimento al contesto inerente la scoperta, nel dicembre del 1998, del porto urbano di Pisa, nell’area del complesso ferroviario di "Pisa – San Rossore", il cui scavo è tuttora in corso.
L’organizzazione è curata dalla Fondazione Teseco per l’Arte, a cui è necessario rivolgersi (tel. 050/987511; fax 050/987575; e-mail
[email protected], cliccabile da "Ulteriori approfondimenti") per prenotare l’ingresso al seminario che si terrà a Pisa presso il Laboratorio di restauro delle navi.