Home I lettori ci scrivono Lettera da un docente (anzi ex) A075

Lettera da un docente (anzi ex) A075

CONDIVIDI
  • Credion

Sono un docente abilitato nelle classi A075-A076 (trattamento testi e dati) col corso abilitante indetto dal Miur con D.M. del 2005 e inserito nelle Graduatorie ad Esaurimento. Sono in possesso del diploma di ragioniere ma anche di laurea in Economia e Commercio. Avrei potuto scegliere di abilitarmi nella classe A019 (Diritto), A017 (Economia Aziendale) o A048 (Matematica generale) ma, siccome sono anche responsabile Test Center Aica e tengo corsi di preparazione all’Ecdl da anni, per passione, ho scelto di abilitarmi nella A075. In sostanza, il Miur mi ha dato la possibilità di abilitarmi sulla classe A075 ma dopo qualche anno questa disciplina è stata sostituita dalla A042 (Informatica), per cui tutti i docenti che hanno investito sulla A075 sono, anzi siamo, di troppo.

L’unica possibilità di insegnamento è nel biennio degli Istituti Tecnici, ma siccome nel triennio deve essere obbligatoriamente utilizzato un Docente A042, questi copre anche del ore del biennio. Quindi di diritto non siamo fuori ma di fatto si. Mi chiedo, ma l’Italia è uno Stato di diritto? Io ho investito la mia vita, facendo sacrifici in base a delle regole statali, mi sono inserito in quelle che sono definite Graduatorie ad Esaurimento, non ho fatto altro, lavorativamente parlando, perché ho creduto nella Stato italiano.

Icotea

Oggi, cosa dovrei fare? Non chiedo la carità ma la giustizia perché ho investito nel mondo scolastico, pur avendo a suo tempo altre possibilità che non ho sicuramente oggi.

Il Governo sta attuando un piano di assunzioni che non mi coinvolgerà e anzi prevede di assumere, dal 2016, solo attraverso il concorso, eliminando le Gae dando semplici riserve di posti messi a concorso. Secondo me è anticostituzionale, se si definiscono ad esaurimento, si dovrebbero esaurire, non avevo capito che l’esaurimento era riferito alle persone e non alle graduatorie! La differenza tra chi rientra nel piano di assunzioni e chi non ci rientra è la sistemazione a vita (per chi non ci rientra deve iniziare adesso una nuova attività lavorativa!).

La stessa abilitazione (tra me e i colleghi delle altre discipline, presenti nelle Gae), gli stessi sacrifici affrontati ma con risultati finali completamente diversi. Se solo non avessi seguito le leggi dello Stato italiano e avessi utilizzato una monetina a sorteggio su quale classe di concorso abilitarmi, sicuramente mi sarebbe andata meglio. Vorrei anche specificare, per chi ancora non l’avesse capito, che quando si parla di assunzioni, il riferimento è ai Docenti soprannumerari della classe A075, mentre si dovrebbe più parlare della persona che ha insegnato questa maledetta disciplina, che magari ha pure famiglia. Lo Stato italiano ci ha rubato la dignità, lo Stato o c’è o non c’è, non ci può illudere e poi deludere. Prima di passare alle nuove regole e leggi bisogna gestire chi ha seguito e rispettato le precedenti normative, non siamo numeri da tagliare.

Proposte. Mi chiedo, non si potrebbe attribuire a questi docenti delle ore di laboratorio informatico visto che ormai il computer dovrebbe essere disciplina di ogni Scuola? In fondo è ormai da anni che utilizziamo il programma di informatica di base. Oppure, non sarebbe il caso di pensare a una riconversione? Negli anni passati gli uomini dello Stato hanno cercato di salvare “capre e cavolo”, oggi questo è uno Stato astratto e dittatoriale, non si trattano così le persone, non si procede per maggioranza (nel senso che basta accontentare la maggior parte e fare numeri), se rimangono fuori persone da questo progetto cosa dovranno fare? Non rimane nemmeno la speranza più.

Ma non voglio fare vittimismo, io voglio stare alle norme emanate dallo Stato e dire che il comportamento che si sta attuando è anticostituzionale, definirlo immorale è dare troppa importanza a persone superficiali che non lo meritano! Grazie per l’attenzione.