Home Archivio storico 1998-2013 Generico Libri di testo gratuiti

Libri di testo gratuiti

CONDIVIDI

Il provvedimento dovrebbe riguardare complessivamente circa 800 mila alunni della scuola media inferiore e del primo anno della superiore: il numero è presunto e non reale in quanto è calcolato in modo induttivo; al beneficio potranno infatti accedere gli studenti che appartengono a famiglie con reddito inferiore a 30 milioni (per tale calcolo si tiene conto del reddito imponibile ai fini Irpef, ma anche di una serie di detrazioni legate alla situazione abitativa ed alla composizione del nucleo familiare).
In pratica i 200 miliardi che la legge mette a disposizione per la fornitura gratuita dei libri di testo verranno ripartiti in modo proporzionale fra le diverse Regioni (sono escluse quelle ad ordinamento autonomo) che provvederanno, a loro volta, ad assegnarle ai Comuni.
Secondo lo schema di decreto alla individuazione degli alunni aventi diritto provvederanno di fatto le singole scuole che dovranno acquisire dalle famiglie le eventuali richieste di gratuità.
La tabella che segue fornisce il dettaglio delle somme erogate alle diverse Regioni, somme calcolate in modo proporzionale al numero di famiglie che, secondo  l’ultima rilevazione Istat, risultano avere un reddito inferiore ai 30 milioni annui.

Regione

% alunni
aventi diritto

ICOTEA_19_dentro articolo
Fondi per la
scuola media

Fondi  per il
I anno superiore

Piemonte

13,3

6.185

2.121

Lombardia

8,2

8.258

2.759

Veneto

9,1

4.815

1.717

Liguria

15,7

2.414

881

Emilia-Romagna

10,6

4.224

1.599

Toscana

11,1

4.378

1.663

Marche

14,1

2.657

1.049

Umbria

11,9

1.246

505

Lazio

15,7

11.238

4.101

Abruzzo

20,4

3.941

1.493

Molise

30,7

1.560

632

Campania

27,2

29.943

9.192

Puglia

24,3

17.058

5.735

Basilicata

30,2

3.230

1.244

Calabria

35,2

13.207

4.613

Sicilia

31,3

28.415

8.119

Sardegna

24,8

7.229

2.576

Totale

19,4

150.000

50.000

CONDIVIDI