Home Generale L’Inda festeggia il secolo. Il 16 aprile il primo appuntamento a Siracusa

L’Inda festeggia il secolo. Il 16 aprile il primo appuntamento a Siracusa

CONDIVIDI
  • GUERINI

L’Istituto Nazionale del Dramma Antico di Siracusa da ormai cento anni fa vivere al Teatro Greco i classici immortali che nei millenni hanno mantenuto intatte la forza morale e l’incredibile attualità. 
Questo anno la stagione teatrale – in scena dal 9 maggio al 22 giugno al Teatro Greco – sarà più lunga e, in qualche modo, speciale, proprio per festeggiare al meglio il secolo dell’istituzione culturale. 
Primo appuntamento del Centenario dell’Istituto è il 16 aprile a Palazzo Greco di Siracusa, con la Cerimonia di apertura delle Feste Classiche “Vitalità del Mito”. Seguirà la Cerimonia del Tedoforo e lo spettacolo Verso Argo al Teatro Greco dedicato a Giusto Monaco, insigne filologo classico. 
Tanti i nomi che conferiranno questo anno alla stagione teatrale ancor più prestigio e unicità. A cominciare da Arnaldo Pomodoro, uno dei più importanti scultori italiani contemporanei, che cura le scene. Il sito archeologico diverrà, quindi, uno straordinario cantiere teatrale, proprio come cento anni fa.
Luca De Fusco (Agamennone), Daniele Salvo (Coefore/Eumenidi), Mauro Avogadro (Le Vespe) e Manuel Giliberti (Verso Argo) i nomi dei registi impegnati con la messa in scena degli spettacoli. Le musiche sono affidate a Antonio Di Pofi (Agamennone e Verso Argo), Marco Podda (Coefore/ Eumenidi) e alla Banda Osiris per la commedia di Le Vespe. 
Tra i protagonisti della stagione figurano gli interpreti più celebri del teatro internazionale. Da Paola Gassman (Profetessa) a Ugo Pagliai (Apollo), da Mariano Rigillo (Araldo In Coeefore/Eumenidi) alla partecipazione straordinaria di Piera Degli Esposti (nel ruolo di Atena); soltanto per citarne qualcuno. 
E insieme alla stagione teatrale, Siracusa ospita tutta una serie di attività collaterali che tra la città e l’attività della Fondazione INDA. Lectio Magistralis, mostre e letture animeranno il capoluogo siciliano dove da un secolo il teatro antico, ogni anno, torna a vivere. (Rainew24)