Home Archivio storico 1998-2013 Generico Linee guida per l’istituzione dei corsi di laurea e di laurea magistrale

Linee guida per l’istituzione dei corsi di laurea e di laurea magistrale

CONDIVIDI
  • Credion
Dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dei decreti del 16 marzo scorso che rinnovano l’ordinamento didattico universitario (uno, riguardante la rideterminazione delle classi di laurea di 1° livello, è stato pubblicato sul supplemento ordinario n. 153 alla G.U. serie generale del 6 luglio 2007; l’altro, relativo alle nuove classi di laurea magistrale – come adesso è definito il biennio della laurea specialistica – è stato riportato sul supplemento ordinario n. 155 alla G.U. serie generale del successivo 9 luglio), il decreto del 26 luglio firmato dal ministro Fabio Mussi rappresenta l’atto di indirizzo che dà il via alla riprogettazione, da effettuarsi tra il 2008 ed il 2010, dei corsi di laurea di primo livello e dei corsi di laurea magistrale.
Negli allegati al suddetto decreto vengono fissati con precisione gli obiettivi formativi della laurea e della laurea magistrale ed indicate alle Università le tendenze da correggere, oltre ad alcune specifiche azioni da intraprendere, soprattutto per favorire la mobilità degli studenti. In un comunicato ministeriale si precisa che anche le Università non statali saranno chiamate ad adeguarsi, seppure gradualmente, alle nuove regole.

Delle principali modifiche apportate dai provvedimenti normativi del 16 marzo scorso abbiamo già riferito su questo sito internet, in precedenti articoli, con ampio anticipo sulla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto inerente le nuove classi di laurea (complessivamente sono 43) e del decreto riguardante le classi di laurea magistrale (fissate adesso in 94), commentati, peraltro, anche sul n. 24 che ha chiuso l’annata del quindicinale “La Tecnica della Scuola”.