Home Archivio storico 1998-2013 Generico Lo sport come percorso educativo

Lo sport come percorso educativo

CONDIVIDI
  • Credion

Il concorso nazionale promosso da Telecom Italia  intende rilanciare i valori dello sport nella società. Per partecipare, infatti, gli alunni dovranno individuare una "buona azione" di cooperazione, altruismo, rispetto delle regole o responsabilità del proprio ruolo e descrivere la situazione in cui hanno visto applicare uno dei suddetti valori in contesti sportivi: nelle palestre, su piste e campi di gara, negli spogliatoi. Dovunque si faccia sport è possibile cercare, anche  nelle fatiche degli allenamenti quotidiani, un esempio delle virtù che i ragazzi sono chiamati a riconoscere. Per gli alunni l’obiettivo non è soltanto quello di aggiudicarsi i premi che riserva il concorso, ma anche e soprattutto diventare grandi con i valori dello sport.
Ispirandosi a questa filosofia, i ragazzi sono quindi invitati a cogliere e valorizzare il percorso educativo svolto in classe, partecipando alle due fasi del concorso con le seguenti modalità: per quanto riguarda la prima tappa, dovranno inviare un resoconto della situazione in cui hanno visto applicare uno dei valori in gioco; nella seconda tappa del concorso i partecipanti potranno proseguire traducendo il valore, scoperto nella prima tappa, in forma creativa. I ragazzi diventeranno così registi, sceneggiatori o scrittori trasformando la "buona azione" che hanno scoperto in sceneggiatura per uno spettacolo teatrale, uno spot o un videoclip.

Si può partecipare – come "gruppo classe" o "gruppo di lavoro" (massimo 15 componenti) – a una sola tappa o alle due fasi del concorso, compilando il modulo di partecipazione al concorso inserito nel kit "Telecom Alleniamoci alla vita" e inviandolo, insieme all’elaborato, al seguente indirizzo: Concorso "A caccia di valori" – Centro coordinamento Telecom Alleniamoci alla vita c/o "La Fabbrica" – Via Mascheroni, 29 – 20145 Milano.
Gli elaborati, che devono essere inviati entro la fine di maggio, saranno esaminati da una giuria di esperti del mondo scolastico, sportivo e della comunicazione.
In base a criteri di aderenza al tema, creatività ed efficacia della comunicazione, verranno premiati per la prima tappa tre vincitori per ogni grado di scuola e per la seconda tappa tre vincitori assoluti e i migliori classificati dal 2° al 5° posto. Infine, fra coloro che hanno concorso in entrambe le tappe, saranno scelti i tre "supervincitori", i quali avranno la possibilità di partecipare a una trasmissione televisiva. E’ prevista la pubblicazione sui "media" locali dei lavori prodotti da tutti i primi classificati.

Il concorso si inserisce nell’ambito di Progetto Italia, che propone una serie di iniziative varate dal Gruppo Telecom Italia. Tre le aree di intervento: attività culturali, sociali, sportive. In particolare, "Telecom Alleniamoci alla vita" si prefigge di favorire la crescita sociale e individuale dei giovani attraverso lo sport e si struttura su due filoni paralleli, uno motorio, l’altro cognitivo.
Vengono messi a disposizione degli insegnanti materiali didattici flessibili, modulati a seconda dell’età degli alunni e dei differenti livelli scolastici: 15 schede pluridisciplinari, che verranno sviluppate dai docenti delle aree tecnico-scientifica, linguistico-espressiva, storico-geografica, 3 schede motorie per gli insegnanti di educazione fisica e sportiva, 3 "poster gioco", una guida per docenti e opuscoli per le famiglie al fine di coinvolgerle attivamente nella condivisione e nella pratica quotidiana dei valori promossi.

Il kit didattico si avvale, inoltre, di un filmato che racchiude le testimonianze di atleti famosi: le campionesse olimpiche della scherma Valentina Vezzali e Giovanna Trillini, la campionessa olimpica di sci di fondo Stefania Belmondo, Elisa Togut, Christian Vieri, Carlton Myers, Eleonora Lo Bianco, Manuela Leggeri, Giovanni Soldini. E non manca in qualità di "testimonial" un grande campione come il cavallo Varenne!

L’intero progetto, che ha ottenuto il patrocinio del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, è stato ideato dall’agenzia di comunicazione "La Fabbrica" e prevede uno sviluppo triennale, inserendosi così in un periodo di importanti appuntamenti sportivi: le Olimpiadi di Atene nel 2004, i Campionati del mondo di sci alpino in Lombardia nel 2005 e i Giochi olimpici in Piemonte nel 2006. Non va dimenticato, inoltre, che il 2004 sarà "Anno europeo dell’educazione attraverso lo sport".

Per maggiori informazioni sul Progetto Italia promosso dal Gruppo Telecom e per approfondimenti sul concorso "A caccia di valori" è possibile telefonare allo 02/48541202 o al "numero verde" 800-175247 (dal lunedì al venerdì) oppure rivolgersi all’agenzia milanese "La Fabbrica" utilizzando il seguente indirizzo di posta elettronica:
[email protected], cliccabile da "Ulteriori approfondimenti".