Home Politica scolastica M5S, circolare politica da dirigente è antipasto della riforma renziana

M5S, circolare politica da dirigente è antipasto della riforma renziana

CONDIVIDI

“I presidi selezioneranno i docenti in base alla loro fede politica o al loro credo religioso? E che fine farà la laicità della scuola?”.

E’ ladomanda che si pongono i parlamentari del MoVimento 5 Stelle in commissione Cultura, entrati in possesso di una circolare emanata dal dirigente scolastico di una scuola primaria, destinata ai genitori dei bambini, che fornisce informazioni assolutamente fuorvianti e nella quale il preside invita i genitori adapprofondire la tematica consultando il sito internet di un comitato che sostiene una campagna di parte.

Icotea

“Il documento fa intendere che – proseguono i parlamentari M5S – nelle scuole italiane di ogni ordine e grado, già dal primo settembre, agli studenti saranno insegnate l’educazione sessuale e le pratiche finalizzate alla sessualizzazione precoce. Questo è assolutamente falso.

Nel Ddl Istruzione infatti c’è una sola disposizione su questa materia, il comma 12 dell’articolo 2, che semplicemente promuove presso docenti, studenti e genitori l’educazione alla parità tra i sessi, la prevenzione della violenza di genere e di tutte le  discriminazioni.

Il Miurdeve prendere immediati provvedimenti rispetto a quanto avvenuto, sanzionando i responsabili. Nel frattempo – concludono i pentastellati -, abbiamo presentato al Ministero dell’Istruzione un’interrogazione a prima firma Silvia Chimienti per chiedere chiarimenti e come intenda reagire”.