Home Politica scolastica M5S: la scuola prima di tutto, interrogazione a Giannini sul mancato bando...

M5S: la scuola prima di tutto, interrogazione a Giannini sul mancato bando di concorso per docenti

CONDIVIDI
  • Credion

Per il rilancio dell’Italia le priorità sono “innovazione, istruzione, eliminazione della corruzione, diminuzione del livello di tassazione contemporaneamente a una seria lotta all’ evasione, etica”.

A porre la scuola tra i punti fermi per migliorare il Paese è stato Gianroberto Casaleggio, il guru del Movimento 5 Stelle, intervistato dal Corriere della Sera.

Icotea

“Gli italiani – dice Caseleggio – cominciano ad accreditarci come forza di governo nonostante le falsità dell’informazione e la barriera messa in atto dai partiti in ogni forma possibile”. Quanto alla corsa per subentrare alla guida Roma, nella prossima primavera, sostiene che “una competizione elettorale non può essere ricondotta a degli spot o a chi ‘mastica’ politica: il nostro punto fermo è il programma”.

“Noi vogliamo vincere. Roma è una tappa obbligata prima del governo. Un banco di prova. Se avessimo paura di governare Roma non potremmo neppure pensare di voler governare il Paese”.

Parlando dei Comuni amministrati dai 5 Stelle, Casaleggio si scaglia contro la “la strategia del Pd” di dimostrare che non funzionano “perché in questo caso il M5S non sarebbe neppure affidabile per governare il Paese. Nel caso di Livorno i problemi non ci sono. Sta di fatto che quando vinciamo ci troviamo quasi sempre i conti dissestati dalle precedenti amministrazioni”.

 

{loadposition bonus_1}

 

Intanto, l’on. Silvia Chimienti, deputato M5S, punta il dito sul mancato bando di concorso per nuovi docenti: la Legge 107/2015, approvata a luglio, riportava che sarebbe stato pubblicato entro il 1° dicembre scorso. Cosa che però non è avvenuta. E ora si tema che possa anche slittare al 2016.

“Quando un cittadino non paga le tasse o non rispetta la legge incorre in sanzioni immediate. Quando è lo Stato a non rispettare le sue stesse leggi, cosa succede?”, chiede pubblicamente la Chimienti tramite la sua pagina Facebook.

Sulla mancata pubblicazione del nuovo bando, l’on. Chimienti ha presentato una interrogazione al ministro dell’Istruzione Stefania Giannini, chiamato a rispondere alla commissione parlamentare di competenza, attraverso la quale chiede:

1 – Quanti sono i DOCENTI GAE non ancora assunti e quando verranno assunti;

2 – Quando uscirà il BANDO del concorso già fuori tempo massimo;

3 – Come si intendono tutelare i DOCENTI ABILITATI che non supereranno il concorso;

4 – Quando e con quali prospettive verrà bandito il III CICLO TFA.

 

{loadposition facebook}