Home Attualità Maturità 2022, il toto-tracce: guerra in Ucraina e Covid per l’attualità, D’Annunzio...

Maturità 2022, il toto-tracce: guerra in Ucraina e Covid per l’attualità, D’Annunzio e Verga e Pirandello tra gli autori

CONDIVIDI

Gli esami di Maturità si avvicinano sempre più e come di consueto comincia il toto-tracce per la prova scritta, ovvero la gara a indovinare su cosa verteranno gli argomenti e gli autori oggetto della prima prova per i maturandi di quest’anno. Il portale Skuola.net, vicino agli studenti che saranno impegnati nell’esame di Stato, ha chiesto a 1000 di loro cosa pensano di trovare il prossimo 22 giugno una volta seduti ai banchi.

Per quanto riguarda l’attualità pochi dubbi, la guerra in Ucraina è una delle tracce certe per il 38% dei ragazzi. A seguire il Covid e le prospettive post pandemia su cui punta il 15% degli studenti. Infine un 8% di loro crede che la crisi energetica portata dal conflitto è un’ipotesi più che probabile.

Icotea

Relativamente agli autori invece, se dovesse essere qualcuno dell’800, il 37% degli alunni scommette su D’Annunzio, il 34% su Verga e il 14% su Manzoni.

Se invece il periodo storico su cui concentrarsi fosse il ‘900 ecco che le attenzioni dei ragazzi si spostano su Pirandello (1 su 3) seguito da Svevo (18%) e Primo Levi (17%). Questo per quanto riguarda la prosa. Se invece si andasse sulla poesia, Pascoli e Leopardi raccolgono quasi gli stessi consensi (19% e 18%) subito seguiti da Ungaretti (16%) e Montale (11%) per il ‘900.

In pochi credono poi alla possibilità di un autore donna anche se un nutrito gruppo di studenti ci spera. Un aspetto in cui invece si crede tanto è la comparsa di un autore a sorpresa o poco conosciuto (8 su 10 lo affermano) come avvenuto già nel recente passato.

Infine occhio alle date e alle ricorrenze di questo 2022. I 100 anni dalla morte di Giovanni Verga potrebbero significare qualcosa in chiave tracce, ma attenzione anche ai 100 anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini e i 150 dalla morte di Giuseppe Mazzini. E poi ci sono le ricorrenze storiche come i 100 anni dalla Marcia su Roma o i 30 anni dalle stragi di mafia che costarono la perdita di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.