Home La Tecnica consiglia Messa a disposizione per posti di sostegno: la soluzione per l’emergenza posti...

Messa a disposizione per posti di sostegno: la soluzione per l’emergenza posti vacanti

CONDIVIDI

È in corso una vera e propria emergenza nelle scuole italiane che sono alla disperata ricerca di docenti per coprire le cattedre scoperte, soprattutto per posti di sostegno.

A fronte dei  57.322 posti disponibili totali, secondo quanto previsto dal MIUR, le nomine in ruolo sono state solo 25.105 e, anche se entro dicembre si provvedesse a nuove assunzioni recuperando circa 10.000 posti, resterebbero comunque oltre 20.000 cattedre vacanti.

E la situazione per il sostegno è sicuramente la più preoccupante: “Siamo sempre stati ai primi posti in termini di inclusione dei ragazzi con disabilità o disturbi comportamentali e dell’apprendimento. Non facciamo in modo che un fiore all’occhiello della scuola italiana si trasformi in un boomerang” è quanto dichiara Massimiliano Sambruna, Cisl Scuola.

ICOTEA_19_dentro articolo

Aumentano le certificazioni degli studenti ed i posti da coprire, ma manca il personale specializzato. Le cattedre coperte risultano essere, su 13.329 posti disponibili per insegnanti di sostegno, solo 1.682, il 12,6%, distribuite in maniera disuguale sul territorio italiano:

  • Al Nord solo il 4,4 %.
  • Al Centro solo il 26,3 %.
  • Al Sud solo il 59,6 %.

Nell’attesa che il governo predisponga nuovi percorsi di specializzazione al fine di ottenere un bacino di docenti abilitati più ampio e che permetta di garantire ai nostri ragazzi figure professionali, pronte e preparate, le scuole sono costrette a ricorrere ai non specializzati già presenti in graduatoria per altre classi di concorso ed anche alle MAD.

La MAD è l’istanza informale di messa a disposizione con cui è possibile candidarsi per coprire posti vacanti di docenti e personale ATA.

La nota ministeriale n 37856 del 28 agosto ha confermato la possibilità di candidarsi per posti di sostegno tramite domanda di messa a disposizione, pur non avendo il relativo titolo di abilitazione, ma scegliendo una sola provincia da specificare chiaramente nella domanda.

Su www.messa-a-disposizione.it trovi tutte le informazioni utili per redigere in maniera corretta e professionale la tua candidatura, anche per i posti di sostegno.

È consigliato, per il sostegno, dato il vincolo di una sola provincia, di sceglierne magari una con un elevato numero di scuole. La piattaforma pensa anche a questo: ti permette di controllare il numero di scuole presenti in ogni singola provincia italiana!

MAD Online è l’unico servizio italiano che ti permette di provare gratuitamente quanto offre per 15 giorni e per generare fino a 10 candidature. Se sarai soddisfatto della tua prova, potrai scegliere se abbonarti: con un investimento di poche decine di euro potrai inviare singolarmente le tue domande in tutte le scuole d’Italia statali, oltre 10.000 paritarie e le scuole italiane all’estero per l’intero anno scolastico sia per il sostegno che per le tue cdc e posti ATA.

Puoi contattare lo staff di Scuola Web Italia, la società che ha ideato la piattaforma, per avere assistenza tramite chat, telefono, e-mail e gruppo facebook. Troverai operatori pronti a chiarire ogni tuo dubbio!

Iscriviti gratuitamente e senza impegno su www.messa-a-disposizione.it, la piattaforma più economica, sicura e trasparente, e candidati in tutte le scuole di tuo interesse. Una scuola potrebbe essere alla ricerca di un candidato idoneo alle proprie esigenze, potrebbe essere in cerca di TE!

PUBBLIREDAZIONALE