Home Mobilità Mobilità 2018, trasferimento interprovinciale su posto di sostegno

Mobilità 2018, trasferimento interprovinciale su posto di sostegno

CONDIVIDI
  • Credion

Emanata l’ordinanza ministeriale che fissa scadenze e modalità applicative della mobilità del personale docente, ATA e educativo per l’a.s. 2018/19.

Le “finestre” temporali per la presentazione delle domande, gestite on line per tutti i profili (salvo limitate eccezioni), sono le seguenti:

Icotea

personale docente

  • dal 3 aprile al 26 aprile 2018

personale ATA

  • dal 23 aprile al 14 maggio 2018

personale educativo

  • dal 3 maggio al 28 maggio 2018

 

Trasferimenti interprovinciali sul sostegno

In questa scheda facciamo chiarezza in merito al trasferimento interprovinciale su posto di sostegno.

Prima di tutto sottolineano che i posti di tipo speciale, di sostegno o ad indirizzo didattico differenziato possono essere assegnati per trasferimento solo agli insegnanti in possesso del corrispondente titolo di studio.

L’ordinanza ministeriale fa luce sull’articolo 23 comma 3 CCNI 2017/18. In tale punto, infatti si specifica che “i docenti di sostegno che ottengono il trasferimento interprovinciale su posto di sostegno, qualora nella provincia di destinazione vi sia esubero di organico su posti di tipo comune, hanno l’obbligo di permanere sul posto di sostegno per un quinquennio”.

Tuttavia, l’ordinanza del 2018 spiega che in caso di quinquennio già in corso, l’obbligo di permanenza non deve nuovamente essere di 5 anni, compatibilmente con gli esuberi e salvo verificare che non vi sia un passaggio su ruolo di altro ordine -in tal caso va rispettato il quinquennio.

Mobilità 2018, disposizioni generali sui passaggi di ruolo e di cattedra

Mobilità 2018, presentazione delle domande di passaggio di ruolo