Home Generale Nasce il fumetto con supereroi disabili

Nasce il fumetto con supereroi disabili

CONDIVIDI
  • Credion

“Nati per cambiare il mondo” è il claim  di Four Energy Heroes, il primo fumetto made in Italy interpretato da disabili, supereroi in grado di fare delle loro diversità le loro più potenti doti. 

Milko è completamente sordo, Pietro costretto a vivere su una sedia a rotelle, la down Teresina si sente prigioniera del suo corpo pesante e impacciato, la normodotata Marietta, invece, ha il dono di leggere nel pensiero.

Icotea

Spigliati, coraggiosi, intraprendenti, il loro unico cruccio è non fare abbastanza per gli altri, per i deboli e gli emarginati ma un giorno, camminando insieme in un parco, una scossa improvvisa cambierà per sempre le vite dei 4 amici.

Le avventure, contenute nel numero di lancio e illustrate in 10 tavole a colori, sono frutto di fantasia, scrive l’Ansa Life, ma i protagonisti sono ispirati a quattro allievi, Ajay, Tiziano, Emanuela e Anika, realmente esistenti dell’accademia di spettacolo L’Arte nel Cuore, che ha il grande merito di far esibire insieme disabili e normodotati.

Appaiono nella storia anche altri personaggi minori ma con un ruolo comunque importante: Marco Autistick, Sandro Ritardino, Jexi Normodotina, l’ispettore Bobbi, gli agenti Genny e Roby, quest’ultimo sempre in compagnia del suo fedelissimo cane, il pastore tedesco Sberla.

 

LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

{loadposition bonus}

 

Il primo numero integrale del fumetto uscirà a luglio e sarà scaricabile gratuitamente dal sito www.fourenergyheroes.it. 

Il progetto, che nasce con l’obiettivo di raccontare ai giovani l’inclusione sociale e la ricchezza della diversità, è realizzato in partnership con l’Oréal Italia, che insieme all’Accademia organizza anche corsi di formazione per neo-assunti finalizzati all’apprendimento della resilienza, la capacità di affrontare i momenti difficili con coraggio e determinazione. Ad insegnarla ai giovani manager, con l’aiuto di un coach professionista, sono i ragazzi con disabilità intellettiva o fisica dell’Arte nel Cuore.