Home I lettori ci scrivono Nascita movimento tutela degli idonei concorso 2016

Nascita movimento tutela degli idonei concorso 2016

CONDIVIDI

Il giorno 21 luglio 2017, durante un incontro tenutosi a Napoli tra i docenti iscritti nella graduatoria di merito del concorso infanzia 2016 di diverse regioni, si è deciso di costituire il Movimento Idonei Infanzia 2016.

Le finalità del movimento sono quelle di tutelare gli idonei iscritti nelle GM infanzia 2016 di tutto il territorio nazionale e di proporre soluzioni affinché la scuola dell’infanzia non continui a subire una totale esclusione dalla legge 107/2015.

Ricordiamo che con tale riforma si è decretato un piano straordinario di assunzioni che ha permesso di potenziare l’offerta formativa di tutti i gradi scolastici “congelando” la CDC infanzia fino alla realizzazione del “Progetto 0/6”, la cui delega è stata approvata solo di recente.

ICOTEA_19_dentro articolo

Ahimé, dopo aver rincorso per bene due anni l’evoluzione di questo progetto, che conteneva al suo interno la promessa del potenziamento per favorire ed incrementare la generalizzazione della scuola dell’infanzia, i docenti in graduatoria ad esaurimento hanno preso atto che il loro continuava ad essere solo un sogno.

Risultato di questa querelle è che si è perso di vista una delle più importanti finalità della scuola dell’infanzia: creare e favorire il benessere dei bambini. I quali, al contrario, continuano a vivere il tempo scuola tra classi pollaio, tempo parziale e tutto ciò è causa non solo di dispersione scolastica, ma crea una netta differenza tra le scuole del nord e le bistrattate scuole del sud.
Ulteriormente, il nostro obiettivo è quello di monitorare le graduatorie di merito del suddetto concorso, poiché ci siamo resi conto che, dopo la pubblicazione da parte dell’USR Campania della graduatoria finale di merito, nella stessa erano presenti numerose inesattezze sia nell’assegnazione dei punteggi agli orali, sia nei titoli non valutati ed errori come quello di non inserire i nominativi di alcuni docenti che hanno regolarmente partecipato a tutte le prove concorsuali. Ovviamente, ciò renderebbe le procedure di assunzione assolutamente irregolari e illegittime.

Le nostre proposte sono volte al miglioramento del primo segmento del sistema di formazione ed istruzione italiana. Ci siamo posti l’obiettivo della definitiva conclusione delle graduatorie ad esaurimento e di merito della scuola dell’infanzia.

PROPONIAMO

1) Rendere effettivo il tempo pieno al sud;
2) Predisporre il potenziamento per eliminare le classi pollaio e permettere che sia realmente recepita l’intenzione del legislatore nella delega del sostegno che sancisce in 20 il numero massimo di bambini per ogni sezione che abbia al suo interno un bambino con disabilità;
3) Assumere prima i precari storici presenti nelle graduatorie ad esaurimento. Ciò consentirebbe di garantire il totale assorbimento della stessa, dei vincitori e gli idonei del concorso 2016 e, quindi, solo successivamente, bandire un nuovo concorso nelle regioni dove le stesse graduatorie siano totalmente esaurite.

Le nostre successive attività saranno quelle di portare all’attenzione della politica e dei media le nostre proposte per costruire insieme una scuola migliore.