Home Attualità No green pass? Rapporto di lavoro sospeso e niente stipendio a partire...

No green pass? Rapporto di lavoro sospeso e niente stipendio a partire dal quinto giorno di assenza

CONDIVIDI
  • Credion

In attesa di conoscere il testo ufficiale del decreto legge approvato oggi dal Consiglio dei Ministri ci si può basare solo sulle dichiarazioni rese dai rappresentanti del Governo intervenuti alla conferenza stampa.

Per quanto riguarda la questione delle sanzioni legate all’eventuale mancanza di green pass da parte del personale della scuola ci sono fino a questo momento i chiarimenti forniti dal ministro Bianchi ad un paio di domande formulate dai giornalisti presenti alla conferenza.

Icotea

In realtà – ha detto in sintesi il Ministro – il Governo ha previsto un green pass e non una vaccinazione obbligatoria.
Per chi non vuole o non può vaccinarsi – ha aggiunto Bianchi – ci sarà l’invito a fare il tampone; per chi poi non vuole neppure sottoporsi al tampone è prevista una cosa molto chiara.
E qui Patrizio Bianchi ha fatto riferimento ad un punto specifico del decreto che prevede che la mancata osservanza delle disposizioni è considerata  assenza ingiustificata.
Si sarebbe potuta anche prevedere l’interruzione del rapporto di lavoro – ha spiegato ancora il Ministro –  ma il Governo ha deciso di limitarsi a stabilire che a partire dal quinti giorno di assenza il rapporto di lavoro è sospeso e non è dovuto lo stipendio o altra forma di compenso.

Come sarà gestita l’operazione non è ancora chiaro anche se Bianchi ha fatto intendere che la responsabilità di controlli e sanzioni sarà a carico dei dirigenti scolastici.
Il Ministro, però, ha anche annunciato che già a partire da domani le istituzioni scolastiche riceveranno indicazioni in merito.