Home Archivio storico 1998-2013 Generico Nomine fino al 31 agosto

Nomine fino al 31 agosto

CONDIVIDI
  • Credion

I nodi stanno arrivando al pettine: ormai è chiaro che per poter dare corso alle modifiche previste dai Regolamenti attuativi dell’articolo 64 della legge 133 occorre molto tempo, forse troppo.
Mentre  ci sono  scadenze che non possono essere ignorate e dilazionate al di là di certi limiti, a meno di non mettere in discussione il regolare avvio del prossimo anno scolastico.
E così il Governo incomincia a correre ai ripari.
Il “decreto mille proroghe” n. 207 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 31 dicembre contiene un primo assaggio delle decisioni che dovranno assumere  esecutivo e Amministrazione per contemperare l’esigenza di applicare la legge con la necessità di evitare la paralisi del sistema scolastico. L’articolo 36 del provvedimento riguarda infatti le procedure di nomina del personale docente e stabilisce che,limitatamente all’anno scolastico 2009/2010, il termine di cui all’articolo 4, commi 1 e 2, del decreto-legge 3 luglio 2001, n. 255, convertito, con modificazioni, dalla legge 20 agosto 2001, n. 333, è prorogato al 31 agosto 2009” In pratica questo significa che per il 2009/2010 le nomine del personale docente (anche a tempo indeterminate) possono essere fatte oltre il termine del 31 luglio stabilito dalle norme in vigore.
D’altronde lo spostamento dei termini per le iscrizioni determina lo slittamento di tutte le altre operazioni conseguenti (definizione degli organici, mobilità del personale, operazioni sugli organici di fatto).
E, a proposito di iscrizioni, non è chiaro se il Ministero intenda o meno emanare una apposita circolare, dopo quella – un po’ generica – emanata agli inizi di dicembre.
In realtà una ulteriore circolare potrebbe servire, tutt’al più, per definire modelli di iscrizione uniformi a livello nazionale, modelli che, però, avrebbero ormai ben poco senso se si considera che ormai l’organizzazione oraria delle scuole del primo ciclo è ormai ampiamente legata alle diverse realtà locali.