Home I lettori ci scrivono Pensione anticipata e blocco aspettativa di vita: urge un intervento del Governo

Pensione anticipata e blocco aspettativa di vita: urge un intervento del Governo

CONDIVIDI
webaccademia 2020

La stampa riporta la notizia di una imminente pubblicazione, da parte del Ministero, della circolare relativa alla presentazione delle domande di pensionamento per il prossimo 2019. Si ipotizza la scadenza del prossimo 20 dicembre.

Ed allora mi chiedo con quali requisiti sarà prevista la possibilità di andare in pensione anticipata con la legge Fornero.

Vari esponenti del Governo, tra cui in TV il sottosegretario al Lavoro Maragon, hanno più volte annunciato la volontà del governo di dare uno stop ai 5 mesi in più che porterebbero il requisito a 43/3 (un anno in meno per le donne) e, di conseguenza, il requisito richiesto per andare in pensione dal 1° settembre 2019, per il personale della scuola (ma anche per tutti gli altri lavoratori), dovrebbe rimanere a quota 42/10 (41/10 le donne).

ICOTEA_19_dentro articolo

Urge un provvedimento (decreto?) del Governo che ufficializzi lo stop all’aumento dell’aspettativa di vita per le pensioni anticipate.

Stupisce che i sindacati e la stampa specializzata non richiedano con forza tale urgente intervento, che nulla ha a che fare con la quota 100, in quanto si tratta di un’uscita prevista dalla vigente legge Fornero.

Pier Vincenzo Roma

Preparazione concorso ordinario inglese