Home Precari Personale ATA, quando si potranno scegliere le scuole per le graduatorie di...

Personale ATA, quando si potranno scegliere le scuole per le graduatorie di istituto?

CONDIVIDI

Abbiamo scritto in precedenza che ci sarà la proroga della validità delle graduatorie d’Istituto di III fascia del personale ATA in essere fino a tutto il 2017/2018, con la conseguente trasformazione dei contratti temporanei da “fino ad avente diritto” in contratti annuali (al 30 giugno e al 31 agosto).

Ciò è stato dovuto soprattutto all’impossibilità di attingere dalle nuove graduatorie di istituto a causa dei tempi lunghissimi previsti. Infatti, sono tante le difficoltà che stanno incontrando le segreterie scolastiche.
Le stime parlano di 2 milioni di domande in tutta Italia e il personale tecnico amministrativo, tra le altre cose, è impegnato nella valutazione della montagna di istanze presentate.
Ragion per cui, l’apertura della finestra per la scelta delle scuole con il modello D3 sarà posticipata, anche di molto, anche se non si conosce la data.

Icotea

Modello D3 entro la primavera o a settembre 2018?

Quello che possiamo fare è raccogliere le ipotesi, proprio perché l’enorme mole di lavoro sta rallentando il tutto.
Dopo le prime ipotesi che la finestra si sarebbe potuta aprire già a dicembre, adesso dopo anche la decisione del Miur di prorogare le vecchie graduatorie, le suggestioni cambiano.

In molti sono convinti che si riuscirà a concludere le operazioni i primi mesi del 2018, prevedendo la scelta delle scuole entro la primavera. Ma 2 milioni di domande sono molte e non tutti credono che si riuscirà ad arrivare a quel periodo, ma indicherebbero come periodo più probabile quello estivo, se non i più scettici addirittura a settembre 2018.

Si tratta certamente di “voci del corridoio del web”, di gruppi Facebook che riportano parole di sindacati locali, ma non certo possiamo affermare oggi con certezza quanto tempo possa passare ancora prima di poter scegliere le scuole.

Di sicuro c’è lo slittamento, in fondo prevedibile, di tutte le operazioni a data da destinarsi.
Perché ricordiamo che le domande inviate in forma cartacea devono “lavorarle” le segreterie delle scuole, che non sono certo a corto di lavoro, ma anzi devono incastrare queste operazioni nel mare magnum delle altre scadenze da portare avanti.

ALLA PAGINA SUCCESSIVA TUTTE LE INFO PER LE DOMANDE DEL PERSONALE ATA