Home Generale Poche donne scienziate

Poche donne scienziate

CONDIVIDI

Il direttore della Sissa, Stefano Ruffo, discutendo dell’importanza del networking tra scienziate,  lanciato già dal manifesto internazionale di Trieste per le donne nella scienza, ha detto: “La Sissa (Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati) risponde a un clima internazionale cambiato in cui si vuole finalmente porre attenzione alla presenza delle donne nella scienza che continua a essere inspiegabilmente bassa, specie nelle posizioni gerarchicamente più alte”.

Ricercatori internazionali

All’evento, per promuovere più donne scienziate, prendono parte Marica Branchesi, astrofisica del Gran Sasso Institute, e un gruppo di ricercatrici internazionali.

Dice infatti  Branchesi: “Quando si pensa a uno scienziato si immagina un genio, questa figura con gli occhialoni, un po’ isolata, nel suo studio e non si vede la bellezza della scienza.

ICOTEA_19_dentro articolo

In realtà non mi sento un genio. Gli scienziati, uomini o donne, sono persone normali. Fare scienza significa soddisfare le proprie curiosità”,