Home Archivio storico 1998-2013 Estero Posti vacanti per giuristi

Posti vacanti per giuristi

CONDIVIDI

La BCE dispone di condizioni di impiego proprie che prevedono, oltre a un vantaggioso sistema retributivo, un trattamento pensionistico, un’assicurazione sanitaria e altri benefici accessori. I candidati devono essere cittadini di uno degli Stati membri dell’Unione europea.

La Divisione di diritto istituzionale e’ una delle due divisione della Direzione generale/Servizi legali della BCE, responsabile per tutte le questioni giuridiche all’interno della BCE, in particolare nell’ambito del quadro regolamentare, contrattuale ed istituzionale del Sistema europeo di banche centrali e nell’interpretazione del trattato che istituisce la Comunità europea.
Tra le principali aree di competenza della Divisione di diritto istituzionale figurano:
– le questioni legali nel quadro delle relazioni istituzionali mantenute dalla BCE con le organizzazioni internazionali (ad esempio, FMI, BRI, OCSE, G7, Banca mondiale, OMC, NAFTA), con le istituzioni comunitarie e con la Germania in qualità di Stato ospitante;
– la definizione del quadro giuridico per l’introduzione delle banconote in euro nel 2002;
– il completamento e l’aggiornamento del quadro regolamentare per la raccolta da parte della BCE delle informazioni statistiche necessarie ad espletare le sue funzioni;
– la prestazione di consulenza legale finalizzata a stabilire le procedure decisionali della BCE;
– l’applicazione dei principi della "fonction publique europeenne" alla particolare natura dei rapporti di lavoro all’interno della BCE;
– l’assistenza alla BCE nelle cause dinanzi alla Corte di giustizia delle Comunita’ europee.

Qualifiche ed esperienza richiesta:

ICOTEA_19_dentro articolo

– Laurea in giurisprudenza conseguita in uno degli Stati membri. L’esperienza nel campo della ricerca ed eventuali pubblicazioni saranno considerate titolo preferenziale.
– Un’eccellente conoscenza del diritto comunitario, in particolare per quanto concerne le questioni giuridiche relative al settore istituzionale e all’area economica e monetaria.
– Almeno due anni di esperienza professionale nelle due aree del diritto comunitario sopra specificate, acquista preferibilmente presso un’istituzione comunitaria, nel dipartimento legale di un’istituzione finanziaria o di un ente pubblico con intensi contatti internazionali, oppure nel mondo accademico. L’esperienza nel diritto della "fonction publique europeenne", nella stesura di resoconti analitici e nella redazione legislativa e’ considerata titolo preferenziale.
– Eccellente padronanza dell’inglese con comprovata capacita’ di redazione. Si richiede inoltre un’ottima conoscenza di altre due lingue ufficiali della Comunità.
– Capacita’ di espletare con efficienza le proprie funzioni mantenendo ritmi di lavoro serrati.
– Spiccate capacita’ relazionali e di comunicazione, motivazione e spirito di gruppo.
– Solide conoscenze di base in campo economico e finanziario.
– Esperienza nell’uso dei sistemi informatiche dei programmi  per la gestione dell’ufficio.

Candidature

I candidati sono pregati di presentare la propria candidatura in inglese, allegando alla domanda un curriculum vitae e una fotografia recente, nonché i documenti comprovanti il possesso dei requisiti richiesti e, se possibile, le copie di articoli o contributi (pubblicati o meno) preparati dai candidati. L’atto di candidatura, recante il numero di riferimento, deve essere indirizzato alla Banca centrale europea, Direzione Personale, Postfach 16 03 19, D-60066 Frakfurt am Main, alla quale deve prevenire entro il termine perentorio del 15 marzo 2000.
Il presente annuncio e’ pubblicato anche sul sito Internet della BCE http://www.ecb.int./
Le candidature devono tuttavia essere inviate unicamente in forma cartacea, tramite il servizio postale o per corriere. La documentazione relativa alla candidatura sarà trattata con la massima riservatezza e non verrà’ restituita.

CONDIVIDI