Home Precari Precari, tribunale di Biella dà ragione ai prof: hanno gli stessi diritti...

Precari, tribunale di Biella dà ragione ai prof: hanno gli stessi diritti degli altri

CONDIVIDI
  • Credion

Vittoria per i docenti precari. Il Tribunale di Biella ha dato loro ragione e ottenuto dai giudici il risarcimento chiesto al ministero dell’Istruzione, che ha riconosciuto la parità di diritti fra insegnanti a tempo determinato e insegnanti di ruolo (anche per gli scatti di anzianità). Ora altri cento colleghi hanno un conto aperto con il governo, e il risarcimento totale potrebbe superare i 300mila euro.

Una vittoria ottenuta dal sindacato Anief e che fa capo al principio di non discriminazione tra lavoratori a tempo indeterminato e determinato, sancito da una direttiva comunitaria del 1999. Una battaglia iniziata nel 2011 e che oggi riporta un grande risultato.

Icotea

 

{loadposition facebook}

 

La tesi del sindacato, difesa dall’avvocato Giovanni Rinaldi, si basava su un’altra sentenza, quella della Corte di Cassazione del 7 novembre scorso, secondo la quale vanno disapplicate le disposizioni dei contratti collettivi che, prescindendo dall’anzianità maturata, commisurano in ogni caso la retribuzione degli assunti a tempo determinato al trattamento economico iniziale previsto per i dipendenti a tempo indeterminato.

 

{loadposition carta-docente}