Home Archivio storico 1998-2013 Generico Premio per “l’alunno più buono d’Italia”

Premio per “l’alunno più buono d’Italia”

CONDIVIDI
  • Credion
Il Premio è giunto al XXXV anno, in memoria di Ignazio Salvo, alunno del Collegio Nazareno, storica scuola in Roma dei Padri Scolopi, colpito da distrofia muscolare progressiva e perciò costretto alla sedia a rotelle ed a dipendere in tutto dagli altri, il quale volle essere e fu alunno modello, morto a causa della sua malattia all’età di 19 anni, al termine del II Liceo classico.
I suoi genitori, d’accordo con padre Armando Pucci, allora preside del Collegio Nazareno vollero perpetuare il ricordo del figlio Ignazio con questo “Premio”.
Al fine di raggiungere e premiare studenti veramente degni di riconoscimento, le singole scuole potranno segnalare direttamente alla suddetta Associazione (tel. 06/9551022) quei casi che, al loro oculato giudizio, siano meritevoli di attenzione, fornendo tutte le informazioni possibili (con i dovuti permessi delle famiglie interessate) a firma di dirigenti scolastici e insegnanti. Il Premio “Ignazio Salvo – L’alunno più buono d’Italia” è personale e quindi non è possibile, ad esempio, segnalare un’intera classe.
Con le comunicazioni, segnalare nome, indirizzo, tef/fax ed e-mail della scuola per un contatto più veloce, nome dell’alunno e classe frequentata, sua data e luogo di nascita nonché l’indirizzo, completo di telefono delle famiglie, per poterle avvisare. Le comunicazioni vanno inviate, entro la fine del mese di maggio, al seguente recapito:

Associazione “L’Alunno più buono d’Italia” – Via Giacomo Giannini, 1 – 00010 Poli (Roma).