Home Generale Professori, studenti e genitori diventano spazzini

Professori, studenti e genitori diventano spazzini

CONDIVIDI
  • Credion

Nonostante la scuola di Torre del Greco sia tata rimessa a nuovo, per l’istituto comprensivo che accoglie 450 bambini tra i 6 e gli 11 anni non c’è ancora pace. Manca la pulizia generale di aule, corridoi e laboratori: il Comune ha finito i soldi e la ditta che si è occupata degli interventi ha concluso le opere lasciando la struttura non del tutto agibile.

E così professori, studenti e genitori si sono trasformati in spazzini. La dirigente scolastica ha chiesto ai docenti e alle mamme e papà della De Nicola-Sasso “di darci una mano a ripulire la scuola: anche se in pochi ci rimbocchiamo le maniche”. Un piccolo esercito di professori e genitori ha indossato guanti e mascherine e, armati di scopa e paletta, ha tirato a lucido le aule. “Abbiamo fatto il grosso del lavoro, abbiamo tolto le macchie di pittura dai pavimenti e ripulito gli ambienti dalla polvere creata dagli interventi edilizi. Entro l’inizio dell’anno scolastico il Comune si è impegnato a inviarci una ditta di pulizie”.

Icotea

Alla vigilia dell’inaugurazione del cantiere, lo scorso inverno, il sindaco aveva parlato di “un’importante ristrutturazione che consegnerà agli allievi e all’intero corpo docenti diverse nuove aule e una moderna e funzionale palestra, oltre a garantire la messa in sicurezza secondo le più recenti norme in materia antisismica, non solo della nuova ala in costruzione ma di tutto il complesso didattico di corso Vittorio Emanuele”.