Home Archivio storico 1998-2013 Generico Protocollo d’intesa per il programma di educazione olimpica

Protocollo d’intesa per il programma di educazione olimpica

CONDIVIDI
  • Credion

Lo scorso 17 marzo, il presidente del Toroc (Comitato per l’organizzazione dei Giochi olimpici invernali di Torino 2006) Valentino Castellani e il sottosegretario all’Istruzione Maria Grazia Siliquini hanno firmato a Torino un protocollo che disciplina le linee generali di realizzazione del Programma di educazione olimpica. L’intesa ribadisce gli ambiti di intervento del Ministero e del Toroc nel quadro di un progetto che si prefigge di diffondere l’interesse sportivo ed i valori olimpici nella popolazione scolastica.
Nel corso dell’incontro, Maria Grazia Siliquini ha affermato che "occorre individuare e creare competenze specifiche e figure professionali che restino ancorate sul territorio dopo l’esperienza dei Giochi, visto anche che Torino sarà sede nel 2004 di una delle manifestazioni organizzate dalla Unione Europea nell’ambito dell’Anno Europeo ‘Educare attraverso lo sport’ e nel 2007 ospiterà le Universiadi."

Nella prima fase il programma si indirizza alle scuole elementari e medie piemontesi, coinvolgendo circa 160.000 alunni e 26.000 insegnanti. Il programma è articolato in cinque aree tematiche rappresentate dai cinque anelli olimpici: sport, scienza e tecnologia (cerchio giallo), sport ed educazione alla salute (cerchio azzurro), sport, intercultura e diritti umani (cerchio nero), sport e cultura sportiva (cerchio rosso), sport ed ambiente (cerchio verde). Per quanto riguarda le ultime due aree tematiche, sono già state avviate una serie di iniziative: le visite delle scolaresche al Museo Olimpico di Losanna, alcuni concorsi scolastici ed un corso di formazione che ha coinvolto 172 insegnanti (facenti parte di oltre cinquanta Direzioni didattiche di Torino) e che ha prodotto una quarantina di progetti di educazione ambientale che verranno attivati entro il prossimo mese di giugno.

Il Ministero, attraverso il competente Ufficio Scolastico regionale, al quale il protocollo d’intesa attribuisce il compito di favorire l’introduzione di uno spazio dedicato all’educazione olimpica nel piano di offerta formativa delle scuole, garantisce il supporto alla promozione delle iniziative sviluppate dal Toroc, nonché il patrocinio dei singoli progetti. Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca si impegna, inoltre, nella progettazione e realizzazione di iniziative e convegni su specifici temi riguardanti i Giochi Olimpici e nella promozione su base nazionale di corsi di aggiornamento sugli sport invernali e sui valori intrinseci allo spirito olimpico.

Da parte sua, la Direzione Rapporti con il Territorio del Toroc ha il compito di organizzare e sviluppare un programma di educazione olimpica indirizzato alla popolazione scolastica. Per raggiungere questi obiettivi e preparare i giovani ad accogliere i Giochi Olimpici e Paralimpici, il Comitato per l’organizzazione dei Giochi olimpici invernali di Torino 2006 metterà a disposizione delle scuole un kit multimediale, uno strumento didattico utile agli insegnanti.