Home Attualità Prove Invalsi, altro che digitale! Senza grammatica e disciplina la scuola sfornerà...

Prove Invalsi, altro che digitale! Senza grammatica e disciplina la scuola sfornerà solo incapaci

CONDIVIDI

“A scuola, prima del coding, i ragazzi dovrebbero avere una conoscenza eccellente del linguaggio naturale. Senza la quale nemmeno l’informatica si regge e non c’è bisogno dei risultati Invalsi per capire che c’è un problema serio”. Inizia così l’articolo, a firma di Alberto Berretti, docente del Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ingegneria Informatica, Universita’ di Tor Vergata, apparso su Agenda Digitale

I risultati delle prove Invalsi sono stati disastrosi. La Tecnica della Scuola ne ha parlato in questi giorni intervistando esponenti del mondo della scuola e realizzando articoli di approfondimento. Anche i giornali generalisti se ne stanno occupando: ciò significa che i risultati choc dei test Invalsi hanno colpito l’opinione pubblica.

Per Berretti è in atto “un teatrino ridicolo e disgustoso tra due posizioni insostenibili, mentre il sistema si deteriora e sforna studenti di livello sempre inferiore ed incapaci di affrontare problemi anche solo un poco complessi”.

ICOTEA_19_dentro articolo

“Voglio vedere quale azienda assume un giovane che non sa parlare compiutamente e non capisce un testo, anche se ha studiato Python a scuola”, conclude amaro.

Per l’articolo integrale clicca qui

Sullo stesso argomento:

Prove Invalsi 2019, la presidente Ajello: migliorano la didattica e gli studenti rispondono volentieri ai test [INTERVISTA]

Prove Invalsi 2019, alunni del Sud arretrano. Ricci: grosso danno al Paese, fondamentale avere docenti validi [INTERVISTA]