Home Archivio storico 1998-2013 Generico Quando un progetto… fa primavera

Quando un progetto… fa primavera

CONDIVIDI
  • Credion


Aderendo all’iniziativa, indetta con il sostegno della Commissione europea e comunicata tramite nota prot. n. 492 DIP-Segr del 26 febbraio 2003, il Ministero dell’Istruzione, in collaborazione con il Dipartimento per le Politiche Comunitarie e con Indire, ha organizzato un’iniziativa nazionale nel giorno 21 marzo 2003, a cui prenderanno parte alcune rappresentanze di scuole che hanno maturato esperienze significative nell’ambito di progetti europei e che sono registrate nel sito ufficiale dello "Spring Day".

All’incontro, che si svolgerà a Roma, tra le ore 10 e le ore 12, presso la Sala della comunicazione del Miur, in Viale Trastevere 76/a, parteciperanno, inoltre, i 40 presidenti delle Consulte Provinciali degli Studenti ed alcuni rappresentanti delle associazioni studentesche che hanno partecipato alla recente Convenzione Italiana dei Giovani sull’avvenire dell’Europa.
Sono previsti gli interventi del ministro Letizia Moratti, di Giacomo Filibeck, presidente della Convenzione europea dei Giovani, di alcuni rappresentanti della Commissione europea, del Parlamento europeo e dell’Osservatorio sulla Convenzione europea presso la Presidenza del Consiglio dei ministri.

Alla giornata parteciperanno in videoconferenza: l’Ipsia "Sannino-Ponticelli" di Napoli, che ha organizzato (con altre scuole sedi di Centri risorse contro la dispersione scolastica e il disagio giovanile) un evento per lo Spring Day, l’Istituto "Erasmo da Rotterdam" di Milano, una delle scuole che ha realizzato il progetto "Campo scuola per i giovani cittadini d’Europa", nonché, da Firenze, rappresentanti dell’Indire.

I rappresentanti delle Consulte Provinciali degli Studenti sono convocati il 20 marzo alle ore 15, presso la Direzione per lo status dello studente, per le politiche giovanili e per le attività motorie, a Roma in Via Ippolito Nievo 35, per un seminario di preparazione all’incontro del giorno successivo e per la condivisione del progetto "Studenti in Europa", che sarà presentato nel corso della manifestazione nazionale.

Nel caso in cui i rappresentanti delle Consulte siano minorenni, le funzioni di accompagnatore saranno svolte da persona incaricata dal Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale. Le spese di missione dei rappresentanti saranno a carico dei fondi delle Consulte Provinciali di appartenenza, mentre quelle per gli eventuali accompagnatori saranno di competenza dei rispettivi Uffici Scolastici Regionali.