Home Università e Afam Quanto “vale” la laurea ?

Quanto “vale” la laurea ?

CONDIVIDI
  • GUERINI

A tal proposito le università rilasciano titoli che valgono esclusivamente come qualifiche accademiche, mentre l’abilitazione all’esercizio professionale o l’assegnazione di una carica nella Pubblica Amministrazione sono condizionate dal superamento di esami di Stato e da altre procedure concorsuali.

Tuttavia, i concorsi pubblici e gli ordini professionali stabiliscono criteri d’accesso vincolati a precisi percorsi universitari, conferendo valore di legge alle lauree delle classi interessate. 

Icotea

Dal punto di vista squisitamente economico finanziario, come ben riportato in un recente articolo de Il Sole 24 Ore, è utile analizzare l’indagine del blog Fed di New York, firmata da Jaison Aibel e Richard Deitz, in cui si  mostra che il valore di una laurea negli Stati Uniti si conserva da più un decennio ai suoi massimi storici, ovvero 300mila dollari. Il saldo finale è ricavato dal rapporto tra costi e benefici degli anni di studio universitari, in altre parole si considera la differenza tra il valore attuale dei flussi di cassa attesi (quanto si guadagnerà dopo la laurea) e la somma investita per generarli (tasse, spese varie, anni “sottratti” al lavoro per completare gli studi ).

In Italia  il valore finanziario degli studi universitari è fornito dai dati Istat e Ocse riportati da AlmaLaurea nel suo XVI Rapporto sulla condizione occupazionale dei laureati. La condizione lavorativa e retributiva di laureati, con il loro tasso di occupazione superiore del 13% (75,7% contro 62,2%),  si conferma migliore rispetto a quella dei diplomati di scuola secondaria.

Ma il valore più grande della laurea non è di tipo finanziario,  in quanto le nostre università sono da sempre considerate la sede storica delle diverse comunità scientifiche. Infatti, in questo grande collettivo di studi si sono formati e si vanno formando non solo dei professionisti, ma il corpo intellettuale della nazione, con la sua identità e i suoi valori condivisi. In queste sedi risiede la legalità, nel senso più alto, dei saperi che il nostro paese produce con la sua straordinaria e creativa operosità,  e questo non ha prezzo.