Home Attualità Quarantena a scuola, in Toscana centinaia di alunni in Dad. Linee guida...

Quarantena a scuola, in Toscana centinaia di alunni in Dad. Linee guida in attesa dell’ok del Garante privacy

CONDIVIDI

I casi di Covid nelle scuole non accennano a diminuire. L’arrivo delle stagioni più fredde, anzi, alimenta la diffusione del virus. In Toscana si registrano diversi casi, ad esempio un focolaio che si è sviluppato in una scuola paritaria di Empoli con 15 alunni e 5 adulti tra insegnanti e altri addetti contagiati, che ha portato a casa 200 alunni. A Sesto Fiorentino tre classi di un liceo (70 studenti) sono state mandate in quarantena per colpa di un docente positivo.  

Insomma i casi si ripetono con frequenza, gli ultimi dati parlano di circa 200 classi a casa in tutta la Regione. Solo a Firenze ben 53 casi di positivi al virus tra insegnanti e alunni. Troppe le classi e gli alunni in quarantena. Eppure ciò può essere evitato se le nuove indicazioni pensate per evitare le quarantene allargate, fossero messe in pratica. Nonostante le ultime linee guida pensate e approvate dall’Istituto Superiore di Sanità e dai ministeri della salute e dell’istruzione e nonostante l’ok delle Regioni, mancherebbe il via libera definitivo dal Garante della privacy.

Icotea

Le nuove regole sulla quarantena

Niente più quarantena per tutta la classe nel caso in cui dovesse risultare un positivo al Covid-19. La nuova politica sarà quella della sorveglianza con i tamponi. Esami che dovranno svolgere nell’immediato sia gli studenti sia i docenti della classe. Isolamento che invece scatterebbe se il virus dovesse colpire un bambino che frequenta il nido o la scuola dell’infanzia, dunque fino a 6 anni, perché “c’è obbligo di mascherina, per cui basta un solo caso di positività a far inviare tutti in quarantena per dieci giorni”.

Ma se i positivi sono due…

Se però, nelle due tornate di tamponi, si trova un altro positivo, e quindi i casi in classe diventano due, le cose cambiano.

In questo caso, se il caso non è più singolo, “gli alunni non vaccinati, ma anche i docenti nella stessa situazione, andranno in quarantena per 10 giorni, come prevedono le regole sull’isolamento, mentre i vaccinati (ovviamente con tampone negativo) potranno restare ancora in classe”.

Se invece i casi trovati con i test sono due o più, e quindi il totale sale almeno a tre, tutti gli alunni andranno in quarantena, i vaccinati per 7 giorni e gli altri per 10”.