Home Politica scolastica Rapporto UE su formazione e istruzione in Italia. Cala il numero degli...

Rapporto UE su formazione e istruzione in Italia. Cala il numero degli abbandoni scolastici

CONDIVIDI
  • GUERINI

La relazione di monitoraggio del settore dell’istruzione e della formazione è una pubblicazione annuale che riflette l’evoluzione dei sistemi di istruzione e formazione nell’UE. 

E’ stata pubblicata l’edizione 2016, da cui si evince che si riduce, tra il 2012 e il 2015, il numero di abbandoni scolastici in età di obbligo formativo (fino a 16 anni). Tuttavia, nello stesso periodo, scende l’occupazione. In compenso, tornano a salire i laureati, tra i 30 e i 34 anni.

Icotea

 La relazione di monitoraggio del settore dell’istruzione e della formazione si basa su una vasta gamma di fonti qualitative e quantitative, tra cui i dati di Eurostat, gli studi e le indagini dell’OCSE, l’analisi dei sistemi d’istruzione svolta dalla rete Eurydice, l’analisi quantitativa delle serie di dati delle indagini e le reti universitarie.

La relazione registra i progressi compiuti dall’UE e dai singoli paesi per quanto riguarda:

  • gli obiettivi della strategia Europa 2020 relativi all’abbandono scolastico e al tasso di istruzione terziaria
  • i parametri di riferimento del programma “Istruzione e formazione 2020” in materia di partecipazione all’istruzione e all’assistenza della prima infanzia, istruzione degli adulti, risultati insufficienti nelle competenze di base e occupabilità dei neolaureati
  • le priorità tematiche trasversali, quali il finanziamento dell’istruzione e dello sviluppo professionale degli insegnanti.

Proponendo un confronto a livello internazionale e un’analisi dei singoli paesi, la relazione di monitoraggio alimenta il dibattito sui temi prioritari per l’istruzione e la formazione e della riforma dell’istruzione nazionale e rappresenta una fonte affidabile e aggiornata di informazioni per l’apprendimento tra pari tra gli Stati membri dell’UE.

La relazione di monitoraggio del settore dell’istruzione e della formazione si basa su una vasta gamma di fonti qualitative e quantitative, tra cui i dati di Eurostat, gli studi e le indagini dell’OCSE, l’analisi dei sistemi d’istruzione svolta dalla rete Eurydice, l’analisi quantitativa delle serie di dati delle indagine le e reti universitarie.

Relazione di monitoraggi