Home I lettori ci scrivono Reclamo e osservazioni Tfa classi A047 A049 A059

Reclamo e osservazioni Tfa classi A047 A049 A059

CONDIVIDI
  • Credion

Ho partecipato alle preselezioni del Tfa per 3 classi di concorso, scrivo poiché volevo esprimere delle mie opinioni riguardo ad alcune domande che a mio avviso sono ambigue o mal formulate, dando luogo a equivoci circa la risposta da dare.

Classe A047

Domanda numero 22: Si sa che 2,5 ≤ x ≤ 3,5; quale delle seguenti affermazioni su cos x è corretta?

A) −1≤cosx≤cos2,5

Icotea

B) cos3,5≤cosx≤cos2,5 C) cos2,5≤cosx≤cos3,5 D) cos3,5≤cosx≤1

A mio parere la domanda risulta ambigua in quanto non è specificato se x è misurata in gradi o radianti. Se è in radianti la risposta corretta è la A, ma se in gradi la risposta corretta è la C. Ma come potevamo sapere che la risposta attesa era in radianti?!

Domanda numero 37: La capacità di un bicchiere cilindrico è 200 cm3. Un secondo bicchiere ha la forma di un cilindro simile al primo, e ha altezza doppia. Qual è la capacità in cm3 del secondo bicchiere?

A) 1600

B) 400

C) 800

D) 1200

La domanda non sembra ben posta. Infatti la frase “Un secondo bicchiere ha la forma di un cilindro simile al primo , e ha altezza doppia, non rimanda al significato matematico di cilindro simile. L’aggettivo simile non sembra riferito al cilindro bensì alla forma. Come se si dovesse considerare la stessa base ma poi solo altezza diversa. Dunque la risposta corretta non sembrerebbe la A, bensì la B.

 

Classe A049

Domanda numero 54: A chi o a che cosa si riferisce la parola sua (riga 20)?

A) A Newton 

B) A Pitagora 

C)Alla legge di gravitazione universale  

D) Alla Proposizione 8 del Libro III dei Principia di Newton

La riga 20 riporta “La sua dimostrazione era la seguente”. Dal testo non si desume univocamente che sua è riferito a Newton; potrebbe anche essere riferito alla legge di gravitazione universale. Infatti il soggetto è sottointeso. Dunque le risposte corrette sembrano essere due: A e C.

Domanda numero 57: Newton era convinto che:

A) Pitagora comunicava le sue intuizioni solo a una ristretta cerchia di allievi 

B) Pitagora non aveva intuito i rapporti numerici tra le orbite dei pianeti 

C) Pitagora e gli altri sapienti antichi volevano divulgare le loro scoperte, ma non ne avevano gli strumenti  D) Pitagora descriveva le leggi matematiche in modo ingenuo e volutamente distorto.

L’unica frase del testo che fa riferimento alla risposta riportata nella lettera A è: “Ma, probabilmente, la insegnava in segreto ai suoi discepoli” (riga 32-33). Tale frase non è riferita a Newton ma è propria di chi scrive il testo. Dunque non era Newton ad essere convinto che 

Pitagora comunicava le sue intuizioni solo a una ristretta cerchia di allievi , bensì l’autore del testo. Inoltre la frase riporta l’avverbio “probabilmente” che smorza qualsiasi convinzione, sia da parte dell’autore sia dell’evenutale Newton. Quindi nessuna delle risposte risulta essere corretta.

Classe A059

Domanda numero 48: Il campo elettrico e il campo magnetico sono campi vettoriali:

A) il primo conservativo, il secondo non conservativo

B) entrambi conservativi

C) entrambi non conservativi

D) le cui linee di campo sono, in entrambi i casi, linee chiuse

Non è specificato se si tratti di campo elettrostatico. Infatti in tale caso il campo è conservativo, viceversa il campo elettrico non lo è.