Home Attualità Renzi: la riforma della maturità non è nell’o.d.g. del governo

Renzi: la riforma della maturità non è nell’o.d.g. del governo

CONDIVIDI
  • GUERINI

“Per il momento la riforma dell’esame di maturità non è all’ordine del giorno. Ma perché non ci mandate i vostri suggerimenti?”.

Il premier Matteo Renzi, nella diretta Facebook #Matteorisponde, che raccoglie alcune centinaia di migliaia di visite e di like, smentisce così perfino la ministra dell’istruzione Stefania Giannini che invece più d’una volta si è avventurata ad annunciare la riforma di quella che anche lei continua a definire “maturità”, mentre ormai da anni si chiama “esame di stato”, dopo la riforma di Luigi Berlinguer.

Icotea

Gli esami di stato duqnue non si toccano, alemeno stando a quanto il nostro premier annuncia; se invece facciamo rifenrimento a quanto la ministra ha annunciato fino a ieri, e cioè che è in vista una riforma sostanziale degli esami, ci sbandiamo un poco. Basta attendere per saperlo.

In ogni caso iri sera, con la sua prima diretta su Facebook, Matteo Renzi ha aperto un nuovo canale di comunicazione con i cittadini. Un’iniziativa che a giudicare dai numeri ottenuti in termini di visualizzazioni ed interazioni si è rivelata un grande successo: quasi un milione in totale le persone raggiunte durante la trasmissione. Anche per questo è già pronto il prossimo appuntamento, mercoledì 13 aprile.

 

LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

{loadposition bonus}

Numeri da capogiro se si pensa che persino il live di Mark Zuckerberg trasmesso per il lancio della funzionalità si è fermato a 100 mila commenti.

Impressionante anche il numero di reazioni innescate dal video. “il Like generico è stata la reaction più utilizzata (circa 95% dei casi) – spiega l’analisi. “La seconda “reaction” più comune è associata a uno stato d’animo “arrabbiato” con il 4,7% sul totale, la terza esprime invece gradimento (“Love”, al 3% circa).