Home Politica scolastica Renzi: “Siamo seri, chi ha perso non può andare al governo”

Renzi: “Siamo seri, chi ha perso non può andare al governo”

CONDIVIDI

“Siamo seri, chi ha perso le elezioni non può andare al governo. Io mi sono dimesso, non possiamo pensare che i giochetti dei caminetti romani valgano di più della scelta degli italiani”.

Matteo Renzi, segretario dimissionario del PD, ospite a ‘Che tempo che fa’, non ha dubbi: non si possono ignorare le elezioni del 4 marzo e il risultato che è venuto fuori dalle urne.

“Chi ha vinto, deve assumersi la responsabilità e governare”, dice Fenzi, che non esclude un incontro con il leader del Movimento 5 stelle, ma esclude il sostegno all’esecutivo: “Un incontro con Di Maio sì, la fiducia a un governo M5s no”.

ICOTEA_19_dentro articolo

L’ex presidente del Consiglio, quindi, non esclude un incontro con il leader del Movimento, che a suo parere dovrebbe essere trasmesso in streaming: “Così vediamo se hanno cambiato idea su vaccini tav reddito di cittadinanza. Però le elezioni le hanno vinte loro”.  Poi aggiunge: “Non possiamo con un gioco di palazzo rientrare dalla finestra dopo che abbiamo perso le elezioni. Se sono capaci ci provino Di Maio e Salvini. 

Di Maio premier? “Questa storia di Di Maio premier a tutti i costi la pensa solo Di Maio: ha preso il 32%, è un bellissimo risultato ma l’aritmetica ha le sue regole. Il 32% non è il 51%. Ma venire a chiedere a chi hai accusato di tutti i mali e con cui non condividi l’idea del futuro di fare un governo…”.

Il leader del M5S Luigi Di Maio, da parte sua, è convinto che una collaborazione con i democratici sia possibile. E lancia, in una lettera al Corriere della Sera, un appello elencando i punti in comune su lavoro, povertà, Europa, giustizia: “Credo – scrive Di Maio – che la situazione delicata e un passaggio simile comportino la responsabilità da parte di tutti, quindi qualunque sarà la decisione della direzione deve essere rispettata da tutti”.