Home Politica scolastica Riapertura scuole, l’Emilia-Romagna al governo: “Bisogna tornare in classe a settembre”

Riapertura scuole, l’Emilia-Romagna al governo: “Bisogna tornare in classe a settembre”

CONDIVIDI
webaccademia 2020

I ragazzi devono tornare “assolutamente in classe a settembre”.

La Regione Emilia-Romagna rafforza il pressing su Palazzo Chigi e sul ministero dell’Istruzione. Anche se le prospettive, al momento, a meno di 100 giorni dalla prima campanella del nuovo anno scolastico, sono ancora avvolte nella nebbia.

A tracciare il quadro è l’assessore regionale all’Istruzione, Paola Salomoni, durante la commissione Scuola della Regione Emilia-Romagna.

ICOTEA_19_dentro articolo

“La situazione è ancora in forte divenire e le informazioni sono ancora molto limitate rispetto al quadro che si dovrebbe avere in vista della riapertura, la Regione però vuole assolutamente che i ragazzi tornino in classe. La scuola riapre a settembre, non siamo disposti a discussioni, a meno che non ci siano nuove ondate epidemiologiche. Noi vogliamo i ragazzi in classe”.

Salomoni auspica che anche il governo la pensi allo stesso modo: “Il Governo ha confermato che nelle nostre scuole una percentuale significativa di aule sono compatibili con una presenza di 25 studenti, ma credo che debba essere realisticamente dimostrato da dati e numeri”.

E aggiunge: “Condivido l’idea di una scuola autonoma, ma è giusto che sia sostenuta nelle responsabilità, non lasciando margine alla confusione”.

Preparazione concorso ordinario inglese