Home I lettori ci scrivono Richiesta chiarimenti su classe di concorso A020 (ex A038) Fisica

Richiesta chiarimenti su classe di concorso A020 (ex A038) Fisica

CONDIVIDI

RECLAMO al Ministero dell’istruzione sulla classe di concorso A020 (ex A038) FISICA

 

Premesso che

Icotea

 

  • Il DPR 19/2016 “Regolamento recante disposizioni per la razionalizzazione ed accorpamento delle classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento, a norma dell’articolo 64, comma 4, lettera a), del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133”, all’allegata tabella A, per l’accesso alla A-20 “Fisica”, associata unicamente all’ex classe di concorso 38/A, sono previsti i seguenti titoli (vecchio ordinamento):Lauree in Astronomia; Discipline nautiche; Fisica; Matematica e fisica; Scienze fisiche e matematiche, Laurea in Ingegneria Laurea in Matematica.
  • Gli indirizzi di studio nei quali gli abilitati nella A-20 possono insegnare, sono sostanzialmente tutti gli Istituti TECNICI e PROFESSIONALI e, unica eccezione, LICEO SCIENTIFICO opzione Scienze applicate.
  • Oltre ai titolari nella A-20, possono insegnare Fisica negli Istituti Tecnici e Professionali e nel liceo scientifico opzione scienze applicate, gli abilitati nella classe di concorso A-27 “Matematica e Fisica” (ex 49/A); gli stessi possono insegnare fisica anche in tutti gli altri licei, dove trovano la loro maggiore collocazione. I titoli di accesso per la A-27 sono sostanzialmente gli stessi per l’accesso alla classe di concorso A-20.
  • Novità incongruente, il DPR 19/2016, nella versione attuale, prevede che l’insegnamento della Fisica possa essere impartito anche dagli abilitati nella classe di concorso A-50 (ex 60/A) “Scienze naturali chimiche e biologie” nel biennio di tutti gli istituti tecnici.
  • I titoli di studio per l’accesso alla classe di concorso A-50 (vecchio ordinamento) sono: Lauree in Biotecnologie, Chimica, Chimica industriale; Lauree in Scienze ambientali; Scienze biologiche; Scienze forestali ed ambientali, Lauree in Scienze geologiche; Scienze naturali; Lauree in Scienze e tecnologie agrarie; Scienze agrarie; Scienze forestali, Laurea in Geografia; titoli di studio diversi da quelli per l’accesso alla A-20.
  • Il DD 414 del 5/2016 non prevedeva per la fisica l’atipicità con la A-50; l’atipicità è stata introdotta con il DD 635 del 7/2016.

 

Considerato che

 

  • L’estensione agli abilitati della classe di concorso A-50 dell’insegnamento della Fisica in tutti gli Istituti Tecnici (come previsto per la prima volta dal DPR 19/2016), determinerà l’esubero di molti docenti della classe di concorso A020; docenti che hanno maturato una esperienza pluriennale nell’insegnamento della Fisica, il tutto a favore, dei docenti della A-50 che non hanno maturato esperienza per insegnare fisica negli istituti Tecnici ad indirizzo Tecnologico. Infatti i Docenti della A-50 hanno, nel corso di molti anni, hanno insegnato Scienze naturali nei Licei, Scienze della Terra e Biologia negli Istituti Tecnici e Professionali e in alcuni casi chimica.
  • Le ore di Fisica negli Istituti Tecnici, per la classe di concorso A020, sono state drasticamente ridotte nel corso degli anni, specialmente in seguito alla riforma del Ministro Gelmini, senza peraltro dare ai titolari di detta classe di concorso, ulteriori spazi di insegnamento in altri Istituti o nelle scuole Liceali. Infatti mentre si è allargata la possibilità di insegnamento sia per gli A-50 che per gli A-27 alle poche ore prima disponibili in via esclusiva agli A-20, di contro, nessuna apertura a nuove possibilità di insegnamento della Fisica è stata data agli A-20, ad esempio nei Licei.
  • Le norme sui titoli di accesso e le relative classi di concorso, hanno da sempre riservato l’insegnamento della Fisica negli istituti tecnici agli abilitati della A-20 perché seguono un percorso di studi diverso dagli A-50; percorso di studio caratterizzato da un maggiore numero di materie nel campo della Fisica e della Matematica. Lo stesso DPR 19 del 2016, per le due classi di concorso prevede titoli di accesso diversi, anche se cade in contraddizione nell’attribuisce ad entrambi la possibilità dell’insegnamento della Fisica. In tal modo viene di fatto vanificato il differente percorso di studio previsto nei titoli di accesso. Pertanto il provvedimento risulta in netto contrasto con quanto, nel corso degli anni, è stato stabilito, con un certo equilibrio.
  • Per i titolari della A-20, a causa della presenza “atipica” dei docenti di A-50 e non essendo stata prevista alcuna priorità (i docenti perdenti posto vengono individuati incrociando le graduatorie) si sono ritrovati in una situazione di precarietà.

 

Ci si chiede

 

  •  sulla base di quali motivazioni l’insegnamento della Fisica negli Istituti Tecnici ad indirizzo Tecnologico è stato aperto alla classe di concorso A-50?

Tutto ciò premesso e considerato,


noi Docenti della classe di concorso A020 “Fisica” sottoponiamo all’esame dei competenti Dirigenti del MIUR, le seguenti semplici richieste:

 

  • la tabella A del DPR 19/2016 prevede per la classe di concorso A-20 “Fisica”, specifici titoli di studio e una corrispondenza biunivoca con la ex classe di concorso A038 non affiancando quindi nessun altra classe di concorso; nel rispetto di questa univocità, chiediamo che l’insegnamento della Fisica negli Istituti Tecnici e Professionali sia riconosciuta almeno in via prioritaria agli abilitati nella classe di concorso A-20 e solo in fase residuale ad altre classi di concorso. 

 

Coordinamento Nazionale degli Insegnanti di Fisica, classe di concorso A020 (ex A038)

Email: [email protected]

Facebook: https://www.facebook.com/groups/fisica.a020/